// Sport e Amicizia - Robe da Citta 2018

Domenica scorsa mi sono occupato di un "reportage" fotografico molto particolare, quello della giornata dello sport in Cittadella, uno dei parchi cittadini parmigiani più frequentato dagli amanti dello sport. L'iniziativa era rivolta sopratutto a giovanissimi e bambini, con la possibilità di provare discipline sportive di diverso genere. L'evento principale della mattinata erano le batterie di duathlon, mentre il pomeriggio era occupato dal mini-basket. Non mancavano baseball, arrampicata, rugby, tiro con l'arco  e un ricco settore dedicato all'artigianato e al buon cibo con diverse aziende agricole dei dintorni e i proprio stand.



Come lo scorso anno, in cui ebbi modo di provare le potenzialità della Em1-2 in ambito sportivo, ho usato l'ammiraglia Olympus con il 40-150 Pro, alternandola alla Em1 (prima versione) con il 12-40 Pro e il 17 Pro.  L'accoppiata si è rivelata felice e funzionale.

Per chi avesse ancora qualche dubbio, tra le due versioni, in termini di prestazioni di autofocus c'è un abisso. Come scrissi ai tempi, e confermo, per chi arriva dai vecchi modelli, la Mark 2 è un salto nel futuro e permette scatti dinamici con estrema semplicità.







Ho utilizzato entrambe le macchine in modalità JPEG perchè sapevo che avrei prodotto parecchie immagini e la velocità nel consegnare i file era importane. Le condizioni di luce, inoltre, non davano particolari pensieri per cui la macchina ha prodotto file sempre ben bilanciati e con un ottimo WB. Gli unici interventi in fase di revisione si sono limitati a qualche crop e qualche "raddrizzamento".







L'occasione è stata propizia, inoltre, per provare un pò meglio il 17mm Pro che si è rivelato davvero degno di lode. AF efficiente e grande nitidezza a qualsiasi apertura hanno permesso immagini dinamiche di ampio respiro e con un senso prospettico più interessante del solito dettaglio iper-dettagliato cui il 40-150Pro ormai mi ha fin troppo ben abituato.
Anche l'autonomia delle batterie della Em1-2 si è dimostrata all'altezza del compito: una sola carica completa ha coperto interamente tutta la giornata, mentre sulla Em1-old ne ho utilizzate 3.








Per i curiosi: io odio dover smontare i battery grip per cui l'unica batteria che utilizzo è quella nel BG stesso, di facile accesso e semplicità di sostituzione. Porto sempre in una tasca una batteria piena per ogni tipo, in questo modo sono certo di non rimanere mai a piedi.














Ci tengo a precisare che io non sono un fotografo sportivo e che ho accettato il presente incarico (che si concluderà tra un mesetto con il torneo di Street Basket serale ) semplicemente perchè ho avuto carta bianca su come raccontare e fotografare l'intera giornata. 
Ed è proprio per questo motivo che tengo a sottolineare le qualità della Em1 Mark 2, che mi ha permesso, senza troppi sforzi di portare a casa il risultato. 
Con un set-up differente da quello di default e una migliore ottimizzazione delle impostazioni del modulo AF (davvero complesso) sono sicuro di poter fare ancora meglio.



Se ti piace questo blog, supportalo e contribuisci al suo sostentamento con una piccola donazione! Guarda nella colonna di destra e segui il link Paypal



Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.