// Godox AD200: Lo studio, ovunque.

Una delle grandi sfide della fotografia moderna è quella di rendere la vita sempre più semplice ai fotografi e i loro team. Nonostante spesso ci si focalizzi solo sulle conquiste tecnologiche dei sensori e degli autofocus, la ricerca e lo sviluppo del mercato si orienta anche in direzioni completamente diverse. Un esempio lampante sono le nuove generazioni di flash portatili che molti marchi stanno immettendo sul mercato. 
Il prodotto più famoso, in questo campo, è sicuramente il Profoto A1, ma non iniziano a mancare i concorrenti, tra cui, sicuramente, possiamo annoverare il Godox AD200.




Due scatti della sessione con Karen in una villa privata. 

Premetto subito che i due prodotti non sono proprio in diretta competizione. Il prodotto di Profoto, infatti è un flash a 360°, potendo funzionare sia da flash "on camera" che "off camera"; al contrario l' AD200 è solo un flash esterno pilotabile "off camera". Nonostante questa differenza sostanziale, i due prodotti puntano ad offrire, al fotografo professionista o amatore evoluto, la potenza e la versatilità di un sistema di illuminazione completo e modulare, con tanti accessori dedicati per ampliarne le potenzialità.

Il contenuto della confezione

L'AD200 si presenta davvero bene. All'interno della confezione si trova una valigetta semi-rigida comoda e assolutamente anti-urto. All'interno trovano posto il il Flash, la testa a bulbo con la relativa lampada, la testa flash "piatta", il carica batterie, una capiente batteria al litio e un raccordo snodato per poter montare l'AD200 direttamente su uno stativo.

Una volta resa operativa la batteria, il flash è pronto all'uso. Come si sarà notato, all'interno della custodia trovano posto due teste-flash. L'AD200 infatti può montare, a seconda delle esigenze  l'una o l'altra.
La testa flash piatta ha la forma della classica testa-flash dei normali "cobra" (speedlight) che si montano sullo "shoe" della fotocamera (la parabola non "zooma") Offre la comodità di avere un fascio di luce già concentrato ed è utile da usare così. senza ulteriori modificatori.

Quando invece c'è bisogno di modellare e modulare un pò la luce, allora la testa a bulbo è la soluzione ideale: sofbox, parabole, snoot... tutti questi accessori possono essere tranquillamente utilizzati e al meglio delle loro possibilità, con una diffusione della luce al loro interno (sopratutto i sofbox) molto uniforme.
Con il bulbo il Numero Guida del flash è 60 (NG60 ISO 100!!), mentre con la testa flash scende a NG52.

Come già accennato l'AD200 non può essere usato on camera. Pur essendo compatto e trasportabile è decisamente più pesante e grosso di un flash tradizionale, per cui il suo uso è quello su un supporto esterno.



Il flash può essere pilotato mediante il trasmettitore Godox X1t (disponibile per tutti i formati ormai: Canon, Nikon, Sony, Olympus/Panasonic, Fuji) o tramite un flash Godox che abbia la funzione di Master in TTL (come ad esempio il V860II o 865 o anche il piccolo T350) oppure mediante la funzione di slave ottico. Utilizzando un trasmettitore TTL per il proprio sistema fotografico, il flash funzionerà in TTL. 
Una cosa molto interessante, a questo proposito, è che l' AD200 esiste in una unica versione, sono solo i trasmettitori che gestiscono il TTL. Questo significa che, ad esempio, se si ha un doppio corredo di marchi differenti, è sufficiente possedere due distinti trasmettitori per poter sfruttare al massimo il proprio AD 200 indipendentemente da cosa abbiamo deciso di utilizzare.
Il flash, inoltre, supporta HSS, in modo da poter usare tempo di scatto slegati dalla velocità del Sync-flash.


Quindi abbiamo un flash con caratteristiche da studio, comodamente in uno zainetto con una autonomia di circa 500 lampi e una potenza pari a NG60 (con la testa bulbo). Tra le altre cose, molto utile, l'AD200 può azionare una luce pilota a LED, esattamente come un monotorcia. 
Avere tutta questa potenza e versatilità, per chi scatta spesso in esterni, o comunque location che non siano uno studio fotografico e magari prive di elettricità, non ha prezzo.
Le possibilità creative aumentano a dismisura. Avere luce, anzi, tanta e buona luce, per un fotografo è fondamentale. 
Certo, i flash professionali a batteria sono sempre esistiti, con prestazioni anche ben superiori (I Ranger di Elinchrome, ad esempio) ma a che prezzo? E che peso?
Godox propone un oggetto che si può tenere comodamente nella borsa fotografica tra una lente e l'altra, con la possibilità di allestire, in pochi secondi, un piccolo studio in qualsiasi punto del mondo: un vicolo, una stanza, una strada.

La comunicazione radio, tra l'altro, prevede la possibilità di poter utilizzare fino a 32 canali di comunicazione e 5 gruppi, in modo da poter creare dei set-up di luce davvero complessi.

Sul retro del dispositivo si trovano i comandi principali e un piccolo LCD di stato che indica potenza, canale, gruppo in uso. Usando il trasmettitore X1 tutte queste regolazioni saranno gestite da remoto, comodamente dalla macchina fotografica.


Un pò di backstage (foto di Adrienn). La staffa S di godox andrebbe modificata per alloggiare comodamente l'Ad200 che qui è fissato in maniera molto precaria


La qualità del prodotto mi è parsa davvero molto alta. Durante il servizio fotografico di ieri il flash si è comportato in maniera impeccabile, con una rapidità di ricarica eccellente. La maggior potenza  e la miglior diffusione della luce all'interno del sofbox Godox + staffa S 60x60 hanno creato una luce molto più uniforme senza cadute nelle zone periferiche. 
L'unico vero grande appunto che mi sento di fare a questo prodotto eccezionale è la NON-compatibilità con la Godox Staffa-S: nonostante le dimensioni similare a quelle di una normale testa da flash speedlight, infatti, l'AD200 non si inserisce nell'alloggio o, almeno, non senza effettuare un pò di bricolage: a tal proposito mi esprimerò meglio in future considerazioni. Ieri mi sono arrischiato un pò a fissare il flash senza grosse garanzie di stabilità, ma non vorrei ripetere l'esperienza.








Ringraziamenti e Crediti

Fotografie: Ugo Baldassarre 
Location: Villa La Caplera, Medesano (PR)
Modella: Karen Segura
Make Up Artist: Adrienn Urban



i Prodotti a marchio Godox sono distribuiti da





RICHIEDILI AL TUO NEGOZIO DI FIDUCIA







Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.