// Back to Olympus

E' durata poco, come sempre, la scappatella con Panasonic: sarò sincero, il prodotto è davvero vincente, ma la differenza di menù ed operatività in generale sono scogli che alla lunga minano l'esperienza d'uso. Pensavo avrei retto meglio la non stabilizzazione del corpo macchina della G7 ma, onestamente, la differenza di uso delle stesse focali su corpi differenti mi lasciava un pò spiazzato.




E quindi? E quindi alla fine sono tornato alla mia vecchia Em5 e non una qualsiasi, proprio la mia mia!! (il negozio dove l'avevo lasciata in permuta non l'aveva venduta e me la sono ripresa, un pò come quando lasci le cose al banco dei pegni e poi le vai a riprendere eheh).
Ovviamente ci ho rimesso qualche euro, ma ho avuto una buona esperienza di uso con l'ottima G7, con cui ho fatto diverse buone foto.





C'è però una novità. La figliol prodiga non ha trovato ad attenderla il suo vecchio e caro 17mm Zuiko, ma il molto più adorabile (a mio avviso) Panasonic 15mm. Eh già, perchè quando presi il 15mm avevo già dato via la EM-5 e quindi non si erano mai incontrati :D





Devo dire che è stato amore a prima vista, o click, se preferite.  L'unica vera cosa che mi dispiace, ma neanche tanto, è l'impossibilità di usare la ghiera dei diaframmi sul corpo macchina Olympus: era una chicca funzionale molto carina, usabile solo su corpi Panasonic. 

La resa del 15mm è sempre spettacolare; è senza ombra di dubbio una delle lenti migliori dell'intero sistema grazie a doti di nitidezza, qualità del fuori fuoco e velocità dell' Af davvero notevoli.
Non per niente di fregia del marchio Leica.

Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.