// Portrait Pro 15

Ero alla ricerca di un software che potesse velocizzare il workflow di post-produzione nei ritratti, nella fattispecie per la gestione della pelle. Mi avevano fatto provare Portraiture, che ho utilizzato per tutta la durata della sua versione trial, ma il costo richiesto era un pò alto. Allo stesso tempo non volevo rinunciare a qualcosa che funzionasse sicuramente come plug-in di photoshop, ma anche che avesse una sua autonomia. Topaz Clean, sicuramente economico, non mi ha impressionato (sembra poco più che uno "sfuoca superficie" con qualche regolazione in più) nonostante il prezzo su strada ottimo. 

Anny N. 


E così sono finito a ri-valutare un software che non avevo mai considerato prima, ossia Portrait Pro. Il grosso problema di questo software è il modo in cui lo pubblicizzano: il risultato finale del ritocco finale  del dittico di immagini che viene usato è talmente marcato che il soggetto ne esce trasfigurato (e anche completamente artificiale). Per chi ha bisogno di controllo è sicuramente fuorviante. Ma, vi assicuro, non è così.

Ho provato la versione demo di Portrait Professional 15 (stand alone)  e il livello di controllo sul risultato finale è assolutamente personalizzabile. Oserei dire, anzi, oltre ogni più rosea aspettativa. 
Se ci si limita al solo controllo della pelle, il software fa un lavoro eccezionale. Lasciando fare tutto a lui, invece, per quanto riguarda tratti somatici, controllo della luce, make up, etc... bhe, va molto a gusto personale, ma il risultato finale è sicuramente una persona diversa da quella fotografata. 
Non è il mio caso, non è il risultato che voglio.

Quindi, la pur articolata e allo stesso tempo semplicissima, nell'uso, tecnologia, resta quasi del tutto inutilizzata nel mio caso. Ma, il fatto di lavorare come plug in di PS, mi permette di dosare alla perfezione il livello di ritocco-pelle voluto.

Il livello di dettaglio della pelle resta ottimo 

Contrariamente a Portraiture, che come opzione ha la creazione di un livello con maschera in output, Portrait Pro va utilizzato su un nuovo livello copia-immagine e poi mascherato ed opacizzato ad hoc. Certo, si lavora su un file più pesante, ma non è così grave. Il controllo delle zone su cui applicare l'effetto è gestito con un comodo pennello, a cui è possibile aggiungere o sottrarre "zone" del viso nel caso l'algoritmo abbia fatto qualche errore (in genere se ci sono mani o altri elementi di disturbo vicino al viso). 
Dosato con accortezza, Portrait Pro è veramente utile, e svolge egregiamente il proprio lavoro. Si inserisce bene nel workflow digitale (o almeno nel mio, che non è particolarmente complicato) ed è uno strumento davvero potente, a patto di essere usato con attenzione e, soprattutto, gusto (che non deve mai mancare).
Il software, inoltre, riconosce automaticamente tra 4 tipi di viso (uomo, donna, bimbo, bimba) e automaticamente adatta il riconoscimento dei tratti somatici (che sono utilissimi per delimitare le zone da NON interessare nel ritocco pelle, ad esempio).


La cosa più interessante, a conti fatti,  è il prezzo, o meglio il rapporto prezzo/prestazioni.
La versione Base che è solo stand alone, nella attuale campagna prezzi con sconto al 50% viene circa 35€! La versione Studio , quella che ho acquistato, circa il doppio e ha la caratteristica di essere anche plug in e di gestire direttamente Raw e profili colore. Una ultima versione, Studio Max, ancora più completa permette di lavorare su grossi gruppi di immagine contemporaneamente (in batch) ma non è sicuramente lo scopo per cui ho deciso di prendere un programma del genere.

Potete trovare tutte le informazioni sui prezzi e le funzioni sul sito ufficiale (per chi non si fida, il prodotto è venduto anche da Amazon in versione retail). Gironzolando su Internet, inoltre mi è comparso un ulteriore bonus-sconto del 10% che ho potuto utilizzare in fase di ordine. Insomma, circa 60€ per un software così utile, è davvero un affarone. 

Sono estremamente soddisfatto di Portrait Professional Studio 15. Utilizzato in maniera corretta fa risparmiare TANTO tempo su ogni singola immagine. Molto, Molto Consigliato.


Credits: 

Ph: Ugo Baldassarre - www.ugobaldassarre.com

Model: Anny Nelson

Make Up: Chiara Montemurro

Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.