// La grande indecisione - stampare in casa

Sto per compiere un ulteriore passo nel processo fotografico iniziato ormai diversi anni fa. Rimandando per l'ennesima volta la sostituzione del mio mac (che effettivamente dopo il ritorno a files più contenuti sembra molto più agile) ho invece deciso di "chiudere il cerchio" del mio personale processo fotografico dotandomi di una buona stampante ed addentandomi, in punta di piedi, in quel meraviglioso e complicatissimo modo che è la stampa fotografica.
Era già un pò che ci pensavo, anche perchè, nonostante quello che si possa pensare, l'idea che la gente ha del fotografo è non solo legata al fare le foto ma anche allo stamparle.
Se fino ad ora mi sono sempre appoggiato a service di stampa esterni (e continuerò a farlo... i costi domestici non sono certo concorrenziali) da ora in poi, almeno per le stampe importanti (portfolio, stampe da esposizione, mostre etc) voglio avere il completo controllo del flusso creativo.



La tecnologia delle ink jet domestiche ha ormai raggiunto una maturità elevata e la disponibilità di carte e supporti davvero eccellenti non fa altro che alimentare questo tipo di curiosità.
Le candidate sono state da subito 4, divise per i due brand di riferimento: Epson e Canon. Conosco persone contentissime di entrambe e, come sempre, altre che spergiurano che tra le due vi sia una differenza abissale (ovviamente a favore della propria, a seconda dei casi).

Da quello che ho capito non è così. L'unica cosa che fa la grossa differenza è impostare bene la stampa e soprattutto preparare bene il file (cosa non da ridere).
Ecco nel dettaglio i 4 modelli:

Epson SC-P600 A3+ - Canon Pro-1 - Epson R2000 - Canon Pro 10s

La prima sarebbe la scelta perfetta: nuova, veloce, equipaggiata con l'ultima tecnologia Epson in quanto ad inchiostri a pigmento e perfetta per il BN di qualità. Il prezzo, on line, non è malvagio, circa 600€ contro i 700 ufficiali. La cosa che mi lascia perplesso è la necessità di cambiare tipo di nero da una carta all'altra (opaca/lucida): di per sè non sarebbe un gran fastidio se non si sprecasse inchiostro ogni volta. E siccome l'inchiostro ha un costo per ml abbastanza elevato, buttare via euro su euro (di parla di circa 1€ di inchiostro ogni volta che si fa lo scambio) su una stampante che sicuramente non entrerà a regime subito e che servirà per prove sia lucide che opache non mi convince troppo. Però mi tenta il prezzo e il discorso del BN.



La PRO-1 Canon è la più equipaggiata a livello di inchiostri (12!!) e la migliore a detta di tutti sul discorso bianco e nero. E' è al più cara del gruppo ma, probabilmente per non perdere terreno rispetto ad Epson, adesso si trova ad un prezzo su strada di 750€ contro i 1100 iniziali. Non male, ma fuori budget, per il momento. Inoltre pare che ci siano problemi nel trascinamento della carta se non è assolutamente perfetta. In definitiva, mi sembra un pò meno versatile della Epson P600 pur non avendo problemi col nero, anzi (ne ha 5 tutti assieme!).




La Epson R2000 è un modello di gamma alta ancora a listino ma che si trova deprezzato. costa quasi la metà delle altre (sui 400€) e non fa rimpiangere troppo le concorrenti, se non sul discorso del BN, pare. Anche qui, vale quello che si è detto sopra. Leggendo prove di una certa competenza anche la R2000 figura bene nel BN se gestita con sapienza. Avendo un nero in meno, la R2000 (contrariamente alla R3000) non ha il problema dello swap, ogni nero ha la sua testina e questo la rende una buona macchina per fare anche esperimenti con diversi tipi di carta.
La Canon Pro-10s sarebbe una alternativa economica alla Pro-1 di cui condivide molti aspetti ma non la qualità sul BN, che resta comunque molto molto buona. La Pro10 è il nuovo modello della molto apprezzata 9500Mark2 e quindi parte da una base molto solida. Il prezzo però è uguale a quello della Epson P600, che resta superiore e quindi, nel caso decidessi di stare su quel prezzo, propenderei per il modello top di Epson. Insomma, la trovo un pò fuori prezzo a solo 150€ in meno della PRO-1.

Quindi? quindi non so neanche io. In genere sono per lo spendere qualcosa in più per il "chi più spende, meno spende" ma in questo caso, a dirla tutta sto già spendendo più del previsto: l'idea di base era una buona stampante per uso commerciale-tipografico per locandine, qualche volantino... la cosa piano piano è generata nel voler prendere qualcosa di completo per poter anche stampare.
La R2000, al momento candidata migliore, offre una ottima qualità e il prezzo di mercato è una semplice conseguenza dell'uscita di modelli più recenti (di listino è proposta ancora a 600€ ufficialmente e all'uscita ne costava molti di più). Le mie competenze in stampa fine art sono pressoché nulle e probabilmente fare un pò di pratica su qualcosa che non sia il top di gamma potrebbe aiutare

C'è inoltre da fare un discorso sul prezzo e sulla capienza degli inchiostri. E' vero che più grandi sono le cartucce, minore è il costo per stampa e in un discorso a lungo termine, in cui si sa già effettivamente quale sarà la produzione mensile/annua di stampe è un ragionamento che si può fare... spendere di più sulla stampante e risparmiare poi sugli inchiostri a fronte di un costo di acquisto maggiore e contenuto in ml superiore. E' però vero che un prezzo più economico a singolo cambio permette una gestione più oculata, il rimpiazzare una cartuccia magari mezza rovinata per inutilizzo senza spendere un capitale, soprattutto considerando l'incognita della durata di utilizzo  e la frequenza delle stampe.

Il costo di cambio completo inchiostri sulla R2000 è di circa 120/140€, sulla P600 sui 200€, sulla Canon oltre i 250€ a spanne... se andiamo su modelli ancora superiori come la Epson 3880 il costo per tutti gli inchiostri è di circa 500€!!! (ma il costo per ml è il più basso di tutti). 
Con una stampante a regime, quindi, con una piena consapevolezza di quanto e come la si userà e soprattutto con quali carte, si può fare un ragionamento in questi termini. Per adesso, penso, meglio orientarsi su qualcosa di buono ma con moderazione. O no? 


Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.