// The Razor (75mm f/1,8)

NOTA: Prima di iniziare voglio ricordare che quanto di seguito sono considerazioni personali da utilizzatore, totalmente soggettive, e riflettono unicamente il mio pensiero.

Ogni sistema fotografico ha delle eccellenze, ossia quelle lenti imprescindibili (spesso investite anche di poteri soprannaturali), che rappresentano il non-plus-ultra dell'intero sistema fotografico. Per quello che riguarda il sistema Olympus questo posto è sicuramente occupato dallo Zuiko 75mm f/1,8. 
Il medio tele molto luminoso della casa giapponese è attualmente la punta di diamante del corredo Olympus e sposta le possibilità creative dei piccoli sensori m4/3 un passo più in là.





Se è infatti vero che nel 90% delle foto che faccio il piccolo sensore con poca pdc è quasi sempre una manna dal cielo, è anche vero che, ogni tanto, soprattutto dopo aver usato dei mostri sacri Zeiss/Minolta, si fa sentire quella voglia di staccare un pò di più i piani, di isolare senza mezzi termini il nostro soggetto in un avvolgente "crema" di out-of-focus.


I colori, il contrasto e la pelle sono resi in maniera superba


il 45 mm Olympus, un piccolo miracolo di ottica e qualità/prezzo, risulta perfetto in molti casi, ma non troppo "aggressivo" per certi primi piani o dettagli.  Il Nocticron Panasonic (Leica) f/1,2 dal punto di vista dello sfuocato è il re indiscusso,  la focale resta quella del classico 85mm (equivalente) ma pecca ancora, come il 45, di una poca compressione prospettica. E qui entra in gioco lui, il 75mm che, grazie alla sua focale equivalente di un 150mm va a scontrarsi con i re del settore: i vari 135mm di Canon, Sony, etc etc: le lenti da ritratto per eccellenza.



un Crop del precedente frame. Nessuna elaborazione 




Con il sistema micro4/3 Olympus è stata molto attenta a non commettere gli errori della prima generazione, ossia creare un sistema basato su ottimi zoom a scapito però di un catalogo di fissi che era praticamente inesistente. Il nuovo sistema, infatti, viaggia col vento in poppa e una marcia decisamente al passato e vanta, ormai, ottiche fisse e zoom di diversa qualità e prezzo. 
Se quindi il m.Zuiko 45mm è la prima scelta (obbligata) per chi vuole da subito della qualità nel ritratto o un medio tele luminoso, il 75mm è la vera manna dal cielo per chi vuole elevare il concetto di qualità delle proprie foto e del proprio corredo.





Ancora un dettaglio che permette di apprezzare anche la tridimensionalità della resa


La lente è costruita in maniera eccezionale: dà un senso di robustezza molto elevato pur essendo molto compatto nelle dimensioni (se penso al 135mm classico... ). La resa delle immagini è, come ci si aspetta da una ottica di questo livello, altissima a tutta apertura... e questa è l'unica modalità in cui questo obiettivo ha senso perchè, in caso contrario, se ne può fare anche a meno: non fraintendetemi, come sempre chiudendo il diaframma la nitidezza e la qualità aumentano ancora ma, come tutti i campioni del ritratto, anche il 75mm trova la sua massima realizzazione nello sfuocato "cremoso"  e nella capacità di offrire un notevole stacco dallo sfondo, per primi piani, dettagli mozzafiato. Unitamente, inoltre, alle notevoli capacità dello stabilizzatore della EM-1 o della nuova EM-5II permette una gestione della luce naturale pressoché perfetta in ogni situazione.
Le foto a corredo di questo intervento sono state realizzate in una normalissima "situazione familiare". Presto vedremo in ambito più controllato che cosa accade.

Se si vuole proprio trovare il pelo nell'uovo (e lo facciamo) posso segnalare che il tappo fornito in dotazione non ha proprio nulla a che spartire con la qualità della lente e la mancanza del paraluce (venduto separatamente ad un prezzo davvero alto pur essendo di qualità eccellente, completamente in metallo) nella confezione è un colpo un pò basso per una ottica di questa qualità e prezzo.


Grazie ad un amico che presto mi fornirà il suo esemplare per un piccolo test, a breve potrò proporre un confronto tra i tre "primes" citati nell'articolo con esempi direttamente sul campo.

Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.