// Invitati o fotografi?

Immaginatevi la scena. Avete atteso quel momento per tutta la vita. Avete scelto ogni dettaglio, ogni colore, ogni più piccolo particolare perchè fosse perfetto. La tensione è alta già dalle giornate precedenti, ma negli istanti prima di entrare in chiesa... il cuore quasi si ferma. Lui è dentro, che vi aspetta, e lì sono tutti fuori ad aspettare la sposa. 

Posate lentamente il primo piede, il vostro cavaliere vi tiene dolcemente la mano, alzate lo sguardo e parte l'appl..... ehm. Ma perchè nessuno applaude? Che succede?



Tutti con quel maledetto telefono o macchina fotografica in mano. Tutti a immortalare il momento, nessuno a goderselo davvero.

Siamo nel vivo della stagione dei matrimoni e, come sempre, il problema degli invitati/amici fotografi invadenti torna a farsi sentire in maniera maggiore, con l'aggravante anche delle maledette aste da selfie. Prendo quindi spunto da molti interventi di colleghi che stanno girando sul web per fare anche io il mio personale appello.

Ma dico io, avete mai provato a mettervi nei panni degli altri? Non dico di quel poveretto del fotografo che deve sgomitare come non mai per avere il posto migliore e l'anteprima dei momenti migliori, ma almeno nei panni degli sposi. 
Hanno fatto di tutto per rendere l'esperienza del loro giorno il più gradevole possibile per tutti e come vengono ripagati? Con assenza e mancanza di partecipazione da parte di tutti.

Ogni foto che scattate è un momento che vi perdete. 
E non sapete quante uscite e quanti lanci del riso rovinati da questo egoismo. tutti con il loro arnese fotografico in mano, nei casi peggiori appostati con l'asticella e l'inquadratura pronta per poter scattare al momento del passaggio della sposa... e la commozione? e la partecipazione? A chi le mostrerete mai tutte queste migliaia di foto così importanti?

Tra l'altro la questione è così spinosa che ormai sono solito far firmare alle coppie una liberatoria di non-colpevolezza per la presenza disturbante di telefonini, flash, e soggetti inopportuni nelle fotografie dei momenti clou: o penso a scattare o a fare il vigile urbano.

Ma poi, quante di queste foto sopravviveranno al vostro prossimo cambio di telefono? Le stamperete? Le regalerete agli sposi? Perchè le stampate? Perchè quando vedete una semplice foto stampata in 10x15 vi commuovete come se non aveste mai visto una fotografia?

E fosse solo un problema dei matrimoni! Ovunque. Concerti, spettacoli, eventi pubblici. Sembra che la gente sia capace di guardare solo attraverso il display di uno smarphone, se va bene, o di un tablet. Ma perchè? Che fine ha fatto il gusto della partecipazione e del coinvolgimento?

Il fotografo ufficiale esiste anche perchè voi possiate godervi al meglio la festa e il momento. Invece si fa un doppio danno: si rovinano le foto ufficiali e soprattutto vi rovinate momenti speciali.

Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.