// Led Light

Uno dei maggiori problemi da affrontare nell'ambito della fotografia è quello di poter avere a disposizione il maggior numero di soluzioni di illuminazione possibile, a seconda delle necessità e dei casi.
Certo, se si decide di andare a fare due foto al parco in una bella giornata di sole non è un problema, ma quando c'è da portare a casa un risultato, qualsiasi cosa accada, bisogna essere pronti  e flessibili.
Anche però avere il bagagliaio della propria auto pieno di qualsiasi accessorio non è la soluzione migliore, perchè il tempo a disposizione per poter valutare/smontare/utilizzare il tutto spesso è inversamente proporzionale al tempo che si ha per svolgere la propria missione.



E quindi? E quindi i flash monotorcia garantiscono luce professionale in quasi tutte le situazioni oltre ad essere estremamente modulabili. Necessitano però di una cosa molto importante: corrente elettrica. (Ne ho una coppia ancora intonsa e non ancora messa in funzione proprio per questo motivo).

I Flash elettronici controllati wireless sono una soluzione eccezionale in quasi tutte le situazioni, hanno la possibilità di essere montato su diversi tipi di supporti e utilizzare diffusori  di vario tipo ma hanno due problemi: consumo di batterie (che possono finire in momenti poco opportuni e la relativa difficoltà nell'essere rimessi in azione) e anche la distanza di utilizzo: le tecnologie più sofisticate necessitano che flash e macchina fotografica si "vedano" per cui non sempre è possibile utilizzare lo schema desiderato.

Una terza soluzione, molto interessante (anche come prezzi ormai) è quella data dagli illuminatori a Led a pannello. Di misura variabile tra le varie centinania di LED e poche decine, rappresentano una soluzione rapida e pratica a soluzioni di illuminazione (anche ausiliaria) per una gran parte di situazioni. Di rapidissimo montaggio e utilizzo hanno una autonomia lunghissima grazie ad un consumo molto contenuto (in genere hanno anche la doppia alimentazione stilo-litio) e possono essere montati ovunque.

Avevo previsto potessero tornare utili e infatti, in previsione di una chiesa particolarmente scura me ne sono procurato uno, con risultati davvero positivi. Innanzi tutto non è necessario tenerlo sempre montato sullo stativo a disturbare la vista e il normale svolgimento di una funzione, ma può essere sollevato e messo via al momento da un assistente. La potenza della luce è facilmente modulabile ed essendo continua permette l'immediata visione del risultato (luci e ombre) sul soggetto.
Il lato negativo è che la potenza per quanto alta non permette, almeno stando su pannelli di piccole dimensioni, l'utilizzo di ISO troppo bassi o diaframmi chiusi ma, per pulire le ombre dai visi, creare un controluce o schiarire un pò sono davvero comodissimi. 
Il fatto di essere poi compatibili quasi sempre con le batterie SONY che utilizzo sulle mie macchine non fa altro che rendere il prodotto ulteriormente interessante. 
Personalmente mi sono orientato su uno YONGNUO YN-160s a led bianchi e modificabili in temperatura tramite un filtro arancione. Altri modelli hanno la possibilità di modificare la temperatura del colore tramite altri led, ma a questo giro ho preferito il risparmio alla comodità. Inoltre 160 tutti dedicati alla luce bianca rendono più che quelli misti.

Ho utilizzato il suddetto per dare luce allo sfondo in alcuni scatti all'aperto in piena notte, utilizzando il flash a slitta come luce principale o per illuminare parzialmente o totalmente alcuni soggetti. Considerando che sono riuscito a tenerlo nella tracolla della attrezzatura non posso che essere estremamente soddisfatto del risultato e dell'investimento.  A breve e prendo un altro o due per una illuminazione più complessa.

Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.