// 135 mm

Nonostante abbia razionalizzato, limato, alleggerito, ridotto, rimpicciolito (o come preferite dire) il mio corredo fotografico, arriva il momento in cui spunta fuori qualche nuova esigenza.  
L'investimento fatto un paio di anni fa sul biancone sembrava risolutivo per quanto riguardava i medio- lunghi luminosi eppure è sorto un piccolo inconveniente. 
Lungi da me l'idea di sostituirlo (assolutamente!!), il nocciolo della questione è la distanza minima di messa a fuoco troppo elevata. 




E' un problema che si portano dietro molte lenti d'annata che però mal si unisce con le attuali esigenze fotografiche. Fu lo stesso motivo per cui mi vedetti costretto a vendere il 28-70G Minolta a favore dello Zeiss ed ancora una volta, il problema è tornato a riproporsi. 
Il Minoltone bianco (80-200 Apo HS) ha 180 cm di messa a fuoco minima contro una media di 100/130 cmq dei moderni concorrenti. In esterna o sala pose non si è mai rivelato un enorme limite ma ultimamente sono capitate due chiese veramente piccole, in cui i miei spostamenti erano limitatissimi  e la distanza dagli sposi... bhe pericolosamente bassa.


Da qui la ncessità di un medio tele con prestazioni analoghe al campione bianco ma con la possibilità di stare "closer" al mio soggetto, sia per primi piani più spinti sia per situazioni scomode. 
Per un attimo mi aveva anche solleticato l'idea di prendere un 85mm 1,4 G ma costo e poca utilità mi hanno saggiamente fatto propendere per una soluzione più pratica: Minolta AF 135mm f/2,8

Piccolo e compatto dovrebbe essere anche facilmente utilizzabile per via del peso molto inferiore al suo illustre compare bianco e potrebbe davvero fare la differenza in quelle situazioni in cui spazio e distanza non sono favorevoli. Con questa soluzione ho dimezzato la distanza tra me e il mio soggetto (1metro) risultando più vicino di quanto non lo fossi con il Samyang 85mm f1,4, anche questo partito per lidi migliori.

Certo la scelta migliore in assoluto sarebbe stato lo Zeiss 135mm f/1,8 ma a fronte di una spesa quasi 6 volte superiore è meglio che resti ancora un pò nel cassetto dei sogni proibiti. Prima o poi arriverà anche il suo momento, per adesso meglio badare alla praticità, e in situazioni reali una luminosità inferiore a f 2,8 raramente è utilizzabile: il 135 fungerà da medio tele luminoso sulla A900 e lungo luminoso (equ. 200mm 2,8) sulla A77. Non male direi, soprattutto considerando la qualità di cui è capace. 

Ho recuperato un esemplare praticamente NUOVO (la lente non è più in produzione da metà anni 80!!) come avanzo di un magazzino e ho preferito pagarlo un pò più della normale quotazione proprio in virtù di una meccanica perfetta e una qualità generale impeccabile.

Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.