// tù is megl che uan

Nonostante tante ottime qualità che non smetterò certo di decantare e un ottimo feeling con essa, devo dire addio alla piccola A58. Presa come "muletto" di emergenza da tenere sempre in borsa durante lavori impegnativi in pratica non è mai stata utilizzata e, visto l'andamento positivo delle cose, ho deciso di rimpiazzarla con un corpo macchina più performante in modo da azzerare il gap tra macchina principale e macchina di scorta: non voglio avere insomma nessun problema di adattamento nel passare da l'una a l'altra, nè come feeling nè come impostazione dei comandi.
La candidata principale a far posto ad una new entry era stata la A900 ma poi sono rinsavito e ho deciso che sarebbe stata la più giovinetta di tutte. Nonostante infatti alcuni vantaggi in termini di sensore, è la A77 la macchina che preferisco nella mia scuderia e, di fatto, quella che verrà "raddoppiata".




Perchè avere due macchine uguali?  Ma è semplice. In situazioni in cui meno errori si commettono e migliore è il risultato finale il poter passare da un corpo all'altro senza distinzione è una vera benedizione. Poter utilizzare le stesse batterie e le stesse ottiche è un buon inizio, ma non è sufficiente. La a58 ad esempio, con ottiche "importanti" diventa abbastanza scomoda e quindi adattarsi da un corpo all'altro non è poi tanto comodo. Anche il layout dei tasti è completamente differente il che implica perdere preziosi secondi nel destreggiarsi ogni volta che si cambia macchina.
La A77 è senza ombra di dubbio la macchina fotografica più ergononimica che abbia mai utilizzato, quella con il miglior mirino, la più veloce: come si sa non è un mostro nel gestire ISO alti, ma se la cava più che bene, soprattutto con ottiche di buona qualità e come ormai ripeto da una vita gli ISO non sono tutto nella vita.


Il dilemma adesso è: nuova o usata? Nel mercato dell'usato la a77 sta conservando stranamente un valore di mercato altino, mentre nel nuovo si trovano ottimi affari. La tentazione di risparmiare comunque, stando su un ottimo usato,  sta lasciando posto alla necessità di spendere qualcosina in più ed avere però una garanzia integrale e qualche vantaggio fiscale in più.
Qualsiasi sarà la decisione finale, il risultato saranno 2 Sony A77.  La A900 resterà la scelta preferita per interni e fotografia in studio, mentre per il reportage esterno e tutto il resto le due 77 saranno perfette.
Inoltre per le foto di tutti i giorni e per eventuali emergenze c'è sempre la G6 che si comporta egregiamente.

Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.