// Deadline

Nonostante il termine suoni come cupo e negativo, per fortuna non c'è nulla di tutto ciò in giro. Semplicemente, con l'avvicinarsi di ogni scadenza importante i problemi non mancano mai, anzi.
Natale è da sempre il punto cruciale del commercio, il momento dell'anno in cui quasi tutte le aziende fatturano quasi il 50% del totale dell'anno... insomma, è il momento in cui il sistema economico/commerciale va in tilt. E con esso chi deve cercare di rispettare delle scadenze.




Non voglio sentire parlare di scadenze almeno fino al prossimo Natale!! :)
Per fortuna è andato tutto bene, e dopo una settimana di stress da "è passato il corriere?" " è passato?" "allora? è passato" e l'ultima corsa ieri mattina per intercettare il pacco e portarlo direttamente al cliente con appuntamento on-the-fly tra un impegno e l'altro, tutto è andato per il meglio.
Manca solo una ultima consegna ma, viste le due settimane che ci separano dalla grande festa e il tempo di stampa di soli due giorni, direi che non c'è motivo di preoccuparsi.

Devo dire che sono stato anche abbastanza fortunato. In questo periodo oltre al problema dei ritardi e delle "deadline", appunto,  ci si mette anche il rischio che qualcosa non venga proprio bene: calendari senza una pagina, libri con copertine incollate male, etc etc: i problemi non finiscono mai, davvero. Le Le lavorazioni, nonostante qualche ritardo, sono tutte arrivate ben realizzate, prive di difetti. Il solo immaginare di dover far rifare qualcosa mi rendeva isterico al solo pensarci.

Ricordiamoci quindi di rispettare le deadline con almeno il doppio del tempo previsto di scarto per le prossime volte. La fortuna non sempre è così benevola e potrebbe davvero servire tempo extra per metterci una "pezza".
Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio, soprattutto con le deadlines natalizie. :)

Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.