// Ikea. Amore ed Odio.

Quale è l'incubo peggiore di un qualsiasi soggetto di sesso maschile? Sentire pronunciare queste parole "Oggi dovremmo andare a fare un giro all' Ikea. Serve qualcosa per la casa". 
L' Ikea, peri pochi marziani che non la dovessero conoscere, è una sorta di labirinto del minotauro con la sola differenza che Arianna non c'è!!! Il tempo medio di persistenza entro quelle mura si aggira attorno a varie ore, ma la cosa peggiore sono i nomi... gli stramaledetti nomi che hanno tutti i prodotti!!!


Tutto questo preambolo per dire semplicemente che oggi mi è toccato andare all'Ikea e, badata bene, senza alcuna costrizione esterna!!! Mi sono detto "devo proprio andare all' Ikea a prendere qualcosa per l'ufficio".  Devo ammettere che nonostante tutto il mio impegno, la pianificazione etc, sono riuscito a passare più di un ora li dentro (e ho saltato il piano delle esposizioni fiondandomi direttamente alla vendita spicciola). C'è poco da fare, saranno i nomi assurdi ed impronunziabili, sarà che effettivamente si trova quasi sempre il 99% di quello che ti serve, alla fine ho lasciato una bella strisciata di bancomat al colosso svedese. Nella fretta di allontanarmi da quel posto di perdizione (è pazzesco come un fotografo riesca a trovare cose utili alla fotografia in qualsiasi circostanza) e soprattutto da quelle deliziose poltroncine super molleggiate mi sono dimenticato pure di comprare i miei amati dolcetti verdi... di cui ignoro la composizione ma amo il sapore!!!
In ogni caso, e questo è un consiglio da vero amico, per qualunque motivo ci andiate, per qualsiasi ragione, NON MANGIATE le polpettine!!! 

1 commento:

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.