... e se fosse una Sony?

L'attuale "problema" (che poi è un non-problema in realtà) di chi utilizza le splendide apparecchiature Olympus è legato alla vita del sistema E-System.

Il sistema 4/3 maggiore è in ottima salute ma, come noto, la produzione delle reflex di fascia economica è stata cessata a favore del m4/3 e dall'uscita della E-5 non ci sono news ufficiali relative ad un nuovo modello.

Se questo in tempi di pace era un segnale positivo perchè evitava rincorse all'ultimo grido della tecnologia, attualmente rappresenta un forte segnale di incertezza sul futuro di un sistema professionale di alto livello.
E questo implica che si inizino a fare delle congetture e dei ragionamenti per preservare il proprio capitale investito nel futuro.

Perchè prima o poi arriva il momento in cui bisogna evolvere l'attrezzatura e questo potrebbe essere un grosso e costoso problema se, tra un paio di anni ad esempio, ci trovasse dinanzi ad un vicolo cieco.

Costruire da zero un corredo professionale è costosissimo e potrebbe essere un vero massacro finanziario cui non voglio sottopormi.

L'alternativa, più realistica, è quella di affiancare un secondo corredo secondario che poi possa pian piano espandersi e all'occorrenza diventare il principale.

Personalmente non mi piacciono molto nè Canon nè Nikon, con politiche prezzi "pazze" e una qualità che non segue l'esborso richiesto, anzi.





Non sono il solo ad aver posato gli occhi, già da un pò sul colosso nipponico Sony che, guarda caso, proprio negli ultimi giorni è diventato il primo partner di Olympus tramite una importante acquisizione di azioni in seguito allo scandalo finanziario della seconda.


Uno dei più famosi fotografi della rete che utilizza apparecchiature Olympus, Robin Wong, ha di recente iniziato il suo corredo Sony. Evidentemente il connubio funziona, non sono il solo a pensarlo.

E anche a livello tecnologico, con i suoi specchi traslucidi, la tecnologia Sony potrebbe essere il futuro di Olympus.

Il mio problema è che non voglio trovarmi con un corredo eccellente che posso usare, tra due anni, solo su corpi macchina vecchi che non si sono evoluti e il cui valore commerciale è pertanto nullo.


Sto meditando quindi di dare una snellita al mio attuale corredo Olympus, fintanto che possiede ancora un valore di mercato, per affiancargli una ammiraglia Sony, in modo da poter piano avere un piano B a portata di mano.


Saprete nei prossimi giorni :)

2 commenti:

  1. Il ragionamento fila... ma ho un dubbio: perchè restare su un mondo con specchi, mobili o fissi che siano? Nel senso: le SLT servono in sostanza a creare immagine nell'EVF e a far funzionare l'AF a contrasto di fase. Entrambe queste cose ora possono essere fatte sul sensore, quindi perchè dotarsi di un nuovo corredo che "nasce vecchio"? La mia situazione è un po' diversa (corredo Nikon e m43) ma penso che a breve vedremo mirrorless full frame e allora ci sarà da divertirsi... :) Ovviamente parere personale

    RispondiElimina
  2. la mia scelta si è orientata su sistemi dai corpi "grossi". può sembrare una cosa superflua, ma l'ergonomia è importante e come ebbi modo di scrivere la OM-D l'ho trovata fantastica qualitativamente ma molto poco comoda.
    Idem la GH2 con l'aggravante di non avere la stabilizzazione. inoltre attualmente la velocità di reazione dell'otturatore sony è identico a quello di una reflex tradizionale.
    il tuo ragionamento è corretto, difatti mi aspetto da Olympus un corpo ibrido con sensore che gestisca sia contrasto che fase. In tutti i modi un mostro da tanti megapixel può tornare comodo. Il sistema Sony mi pare un sistema sicuro. Sony sta investendo costantemente e nell' imaging non hanno mai fatto passi falsi. Il sistema Nex (che non mi interessa al momento) cresce più come corpi che come lenti, ma il sistema reflex è costantemente alimentato da corpi macchina e lenti di pregio e non. la retrocompatibilità con Minolta è un plus da non sottovalutare.
    Al momento, Olympus resta il mio sistema principe (adoro quei colori). Ma la E-5 è un investimento inutile per chi come me ha già la E-3 e finchè non mostrano le carte in tavola per il futuro c'è solo tanta incertezza e tantissime persone che svendono il proprio corredo con un deprezzamento incredibile.

    La gh3 poteva essere una buona soluzione ma costa troppo e volevo proprio qualcosa di diverso, per differenziare i due sistemi.

    RispondiElimina

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.