// Ritratto con Leica Nocticron f/1,2

In questi giorni Olympus ha fatto trapelare news sulle prossime lenti di gamma Pro che arriveranno nei prossimi mesi.  A pochi giorni dalla conferma del 17mm Pro f/1,2 è arrivata anche la conferma, finalmente, dello sviluppo di un 45mm PRO f/1,2, focale da ritratto ultra luminosa di cui il marchio sentiva il bisogno, visto che l'unica alternativa, a meno di non andare su accrocchi cinesi (speedboster vari), era da anni il mai abbastanza lodato Panasonic Leica Lumix G 42,5 Nocticron f/1,2 (lente stratosferica, ma pur sempre di un marchio concorrente). Fa bene quindi, a mio avviso, Olympus a completare la gamma Pro con queste due focali professionali altamente attese.

La grande apertura focale fa gestire comodamente la luce ambiente 




Proprio per provare l'ebrezza di questa futura qualità ho recuperato da un amico un esemplare di Nocticron e ho fatto qualche scatto in esterna (era un pò che non facevo una sessione di ritratto all'aperto) perchè, diciamocelo, è proprio in queste situazioni che la grande apertura di diaframma viene enfatizzata.






Nonostante il caldo, Olga (Olli per gli amici), è stata molto paziente e mi ha permesso di giocare un pò in varie situazioni: dalla luce soffusa, al controluce bilanciato con un pannello, alla schermatura diretta del sole. 
Tutti gli scatti sono stati eseguiti senza l'aggiunta di alcuna luce artificiale, bensì sfruttando solamente la luce ambiente e un pannello riflettente/traslucido 




Non credo che servano troppe parole per descrivere la resa del Leica Nocticron: anche a tutta apertura, le immagini sono incredibilmente nitide con un passaggio morbidissimo tra la zona di fuoco e quella fuori-fuoco, sfuocando in maniera pastosa e piacevolissima. Anche in controluce la lente ha sofferto pochissimo, restituendo dettagli e nitidezza spaventosi. 
L'ottica è meccanicamente ottimizzata per i corpi Panasonic Lumix G, essendo dotato di ghiera per i diaframmi (che su Olympus non funziona) e di stabilizzatore ottico integrato (che va ad essere un doppione di quello sul sensore dei corpi Oly) ma in generale la resa è incredibile.
Pur essendo di dimensioni generose (per lo standard m43), su corpi professionali (meglio ancora se con battery grip) si maneggia perfettamente.


Fa bene Olympus a non lasciare l'esclusiva di questa focale-capolavoro in mano alla concorrenza, ma dovrà davvero dare il massimo della sua progettazione per pareggiare o addirittura superare (possibile?) questo Nocticron dalla resa assolutamente sconvolgente. 


Ancora un grazie alla nostra Olli Nikita per essersi prestata a questa sessione e per avermi aiutato a realizzare questa semplice ma bella serie.
Non ultima la preziosa collaborazione di Michela Ghidini come assistente-fotografo.

CONTATTI

Chi volesse approfondire la tematica del ritratto, sia in esterno che in studio, può contattarmi direttamente per una sessione personale o tenere d'occhio il calendario su www.ugobaldassarre.com per i prossimi eventi didattici.

Per informazioni sulla realizzazione di un proprio book o servizio di ritratto personale mandate una mail a info@ugobaldassarre.com

Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.