// La buona comunicazione che vale

Oggi parleremo di un brand di abbigliamento.
E no, non sono impazzito. 




Cape Horn è un marchio di Tierra, con sede in provincia di Vicenza


Qualche giorno fa sono stato a fare acquisti in un negozio di sport e ho visto, sul bancone, questo bellissimo stampato.
E' una rarità, quasi, ammettiamolo. Tutti i brand, anche quelli più importanti si sono ormai votati alle immagini mordi e fuggi per il web, le stories  e alla tv. Una fruizione, passiva, oserei dire.
Un catalogo, una brochure, richiedono invece una attenzione attiva e questo sembra ormai essere incompatibile con i ritmi della società moderna.
Ed ecco che quindi, su quel bancone, questo piccolo "tomo" brossurato, di notevole impatto ed eleganza calamita tutta la mia attenzione.
"Discovering the Steller's sea Eagle - Hokkaido- Japan". Cape Horn 2019 fall-winter.
Lo osservo a lungo per cercare di capire cosa sia e perchè fosse li.
E' un libro? E' un catalogo? E' in omaggio? E' in vendita?




Dal sito è possibile scaricare entrambi i pdf, ma stringerlo in mano è una altra cosa



Lo sfoglio. Resto colpito. Belle fotografie, bella impaginazione, bella carta. "Un investimento mica da poco", penso.
E' un prodotto pubblicitario ma non è così semplice definirlo tale.
Il catalogo vero e proprio c'è, alla fine, come un piccolo inserto, autonomo,staccabile, in carta ancora migliore, ambientato a Tokyo. Gran belle foto anche qui (scaricalo in pdf) in stile fashion tra le vie giapponesi


E' un diario di viaggio, con testo (con testo!!!!) in doppia lingua, italiano e inglese, attraverso luoghi fantastici e, perchè no, informazioni commerciali. E' bello. Anzi, bellissimo. Chi lo ha "partorito" dovrebbe esserne orgoglioso.
Sembra un numero speciale del National Geographic.
Sono davvero basito. Non vedevo un lavoro di qualità di questo tipo, ma soprattutto una filosofia commerciale così importante, da parecchio.

Chiedo di poterne prendere una copia (ce ne erano diverse) e la risposta è "ovviamente, prego, prenda pure". Penso alla mole di investimento economico per realizzare un prodotto del genere, altro che influencer che comprano i propri fan su internet.

Mentre me lo sfoglio con calma, a casa, scopro che non è l'unica travel story,  ne hanno già fatte diverse, ambientate in giro per il mondo (ma non so se in forma cartacea.. se si, devono essere mie!)  Queste persone credono davvero in quello che fanno, in quello che producono ed è un segnale forte ed importante, su tanti fronti, non solo quello dell'abbigliamento.
Significa che c'è ancora bisogno di buona fotografia e di belle storie; significa che c'è ancora chi crede in un prodotto di qualità per rappresentare la propria immagine; significa che non tutti hanno sacrificato tutto in nome di qualche click.

Un prodotto del genere ti si imprime nella mente; non te lo dimentichi facilmente un brand che fa qualcosa di così bello ed interessante.
Ed ovviamente ti spinge ad approfondire non solo i prodotti, ma anche cercare ulteriori informazioni sul produttore stesso, cosa che sto facendo in questo momento sul loro sito (che troverete a fine articolo).




Ovviamente questo blog sarà linkato alla ditta stessa, italiana, perchè sono fermamente convinto che quando ci si imbatte in qualcosa che ci piace, che ci tocca nel profondo, è giusto, anzi, doveroso far giungere il messaggio a chi di dovere: perchè per chi fa le cose con impegno e passione, ogni feedback è come una scarica di energia in più, per far sempre meglio.



Per maggiori informazioni: 
http://www.capehorn.it/


Giusto per capire la mole di lavoro, potete scaricare il "libro" qui  Scarica Catalogo in pdf, ma tenerlo in mano, è una altra cosa!!

Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.