// Road To Matera - Day Three & Come Back Home. .

// GIORNO 3 / DAY 3 - ARRIVEDERCI 

La stancata di ieri non è certo cosa da dimenticare con qualche ora di sonno per cui, per il terzo ed ultimo (sigh) giorno di permanenza abbiamo abbassato i ritmi. Sveglia e colazione al bar in piazza a Santeramo e poi rotta verso il mare: Monopoli e Polignano a Mare. Il programma della giornata è molto "light". Passeggiatina fotografica-turistica, sovenir, un bel pranzetto di pesce.





Nel pomeriggio il gruppo si doveva dividere. Un primo nucleo di tre doveva rientrare a Parma per le prime ore del mattino, causa lavoro. Il secondo gruppo, il mio (più Massimo e Michela),  partirà invece il giorno successivo, senza alcuna fretta di rientro.









Per arrivare a Monopoli si attraversa un bel pezzo di entroterra barese, cosa che mi permette di mostrare agli altri un paesaggio ancora differente rispetto a quello delle Murge. Trulli ed olivi la fan da padrone incorniciati da chilometri e chilometri di muretti "a secco" tipici della zona .
Attraversiamo Putignano, Castellana, e poi puntiamo verso la costa.

Monopoli ci accoglie bene. Un caldo esagerato, un sole spaccapietre, ma tutto sommato, una volta fuggiti all'effetto mortale del riflesso della piazza principale, troviamo scampo tra vicoli e vicoletti del centro storico fino a sbucare nella zona portuale e poi lungomare.
L'acqua è perfetta, bellissima. La gente fa il bagno, la voglia di lanciarsi nel fresco blu si impossessa di un pò tutti quanti. Ci accontentiamo di rinfrescarci "virtualmente" e torniamo sui nostri passi per un altro giretto nei meandri del centro per poi andare ad accamparci prezzo una ottima osteria che ci rimpinza ben benino di pesce facendoci spendere una miseria.


Il tempo inizia a stringere, si inizia a valutare come gestire le ultime ore a disposizione del gruppo A, ma alla fine, la vicinanza di pochissimi chilometri con Polignano ci spinge a seguire la tabella di marcia. Polignano a Mare (resa famose dal cantante Modugno e più recentemente dai successi di Zalone) è un centro più turistico di Monopoli. L'incantevole spiaggia incornicata dalla scogliera che si stanzia al centro del paese ne è prova lampante. 
Come tanti piccoli luci colorate in una distesa di un blu perfetto, i bagnanti catturano l'attenzione dei turisti (e dei fotografi) che si aggirano sulle terrazze panoramiche. Polignano a differenza di Monopoli si erge su una scogliera per cui non è raro imbattersi in deliziosi belvedere di pochi metri quadri che offrono viste mozzafiato sul mare e sulla costa.







Un veloce drink prima di tornare alle auto e... sigh, i primi saluti. Gabriele, Mirko e Ornella prendono la via di casa. Li aspetta un viaggio molto lungo per cui non tentenniamo troppo. Sono felici di aver preso parte a questo progetto-viaggio, è chiaro che la voglia di tornare a casa è semplicemente dettata dalla necessità non dalla volontà.



Rimasti in tre, dovevamo occupare una intera serata. Alla fine, tra un ripensamento ed un altro, siamo tornati a Matera per un ultimo saluto ai Sassi (di sera!!) e per fotografare con più calma le luminarie. 












Nonostante la festa fosse finita, il centro città, complice la domenica unita al giorno della santa, pullulava di gente. Scendiamo nei sassi da un ingresso ancora non utilizzato che ci da la possibilità di scatti panoramici davvero entusiasmanti, complice il tramonto e un cielo abbastanza interessante: li attraversiamo tutti da via Lucana fino a piazza S. Pietro Caveoso. Lì ci fermiamo per una sana cenetta a base contadina, direttamente dalla tradizione locale. Bruschetta, cialledda fredda, olive, mozzarelle, peperoni secchi di Senise con crema di ceci (gnam gnam).  
I Sassi iniziano ad accendersi di quella magia che solo di notte sanno regalare, come un grande presepio vivente. Iniziamo a risalire verso la cattedrale: il sentiero di offre altri scorci mozzafiato.







Ridiscendiamo verso la piazza, pullulante di gente. E' in atto uno spettacolo di luci e musica davvero bello, la gente guarda incantata le luminarie che a ritmo si accendono e spengono in ingredibili giochi di luce. Sulle note del main theme di FROZEN ci blocchiamo tutti e da bravi turisti tiriamo fuori i cellulari.
Per quando lo vorremmo fermare, purtroppo, anche per noi il momento di rientrare alla base arriva inesorabile. Il viaggio sarà lungo anche per noi l'indomani, è ora di tornare a casa. Rientriamo alla base, a Santeramo, ma non prima senza aver preso un bel gelato.




Della partenza non c'è molto da raccotnare se non che, con mille scuse abbiamo cercato di ritardare al massimo il momento ultimo. colazione con calma, poi souvenir e mangerecci.qualche ultima foto qua, e poi ancora la... ma alla fine abbiamo dovuto mettere fine a questa bellissima esperienza.





Non ci siamo però lasciati scappare l'occasione per una tappa a Francvavilla al Mare con relativo pranzetto in riva al Mare. Squisito! Un saluto veloce al Ponte del Mare e poi via, rientro a casa, per davvero.

Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.