// Olympus, il punto della situazione

Come è noto sono tornato da alcuni mesi, e totalmente, nell'orbita del mondo fotografico Olympus. Alla iniziale scelta di prendere l'ammiraglia EM-1 e una Em-5 si è aggiunta l'esigenza di prendere un secondo corpo Em-5 (uno dei due è ancora in assistenza... visti i tempi lunghetti preferisco non farmi mancare nulla). Nel frattempo sono uscite due nuove macchine, la EM-5 mk2 e la nuova EM-10 mk2.
Se fino ad ora la strategia era chiara, adesso le cose si stanno un pò complicando.



La Em5-mk2 va molto, molto vicina alla ammiraglia come prestazioni e prezzo (anzi, direi che escludendo il miglior AF di tipo ibrido anzichè solo contrasto, le differenze sono risibili) e anche il prezzo ormai è lo stesso. La vecchia Em-10 era l'anello di congiunzione tra la serie Pen e quella OMD, senza tropicalizzazione, stabilizzatore inferiore, e mirino inferiore... adesso, il nuovo modello denominato anche questo II, è praticamente una vecchia Em5 "pompata" con il mirino della sorella maggiore, migliore ergonomia, stabilizzatore della "vecchia Em-5" a 5 assi... insomma, non si capisce più bene quale stia diventando il sottile confine di prestazioni tra le varie macchine.

Uno dei vantaggi di Olympus è sempre stato quello di costruire tutta la propria gamma attorno allo stesso tipo di sensore (che dà risultati molto, molto simili, tra i vari modelli) al contrario degli altri brand che, tra misure dufferebtu e prestazioni, hanno molte discrepanze nella gamma di prodotti. Questo significa che tra il top di gamma e la "piccolina" la differenza di prestazioni è spesso legata ad altri aspetti, importanti certamente ma non alle prestazioni del solo sensore. (anzi, attualmente la ammiraglia Em-1 è quella più vecchia in famiglia) Questo, però, d'altro canto rischia di creare confusione quando a listino si trovano modelli di fascia bassa (con un sensore più nuovo) e l'ammiraglia che appartiene, appunto, ancora alla generazione precedente.

Viene quindi spontaneo domandarsi che cosa dovrà avere la nuova EM1, prevista per il 2016, per mantenere un adeguato distacco in termini di prestazioni e prestigio rispetto alle agguerrite sorelline. Basteranno un nuovo mirino e un miglioramento generale (lcd rotante e non tilt?) e l'ergonomia superiore  a farla rimanere al top della categoria o ci dovremo aspettare un aumento di risoluzione e altre diavolerie? Panasonic ha già sfondato la soglia dei 16 mpx sul piccolo formato m4/3 (fino a qualche anno, i soliti geni e bene informati giuravano che il limite massimo di questo sistema erano 12mpx), quindi probabilmente anche Olympus potrebbe salire un pò di megapixel nonostante la misura dei sedici sia pressoché perfetta per ogni tipo di utilizzo, garantendo file ricchi ma snelli.



Intanto è iniziata una altra sessione di Cashback (quelle promozioni fatte direttamente dai distributori che rendono una certa cifra a fronte dell'acquisto di alcuni prodotti) su alcune ottiche e... ta daaaa, la Em-1(unica macchina in promozione) che raggiunge, di fatto lo stesso prezzo della EM-5II a cui, comunque, resta (di poco) superiore. Se siete intenzionati a prendere una ammiraglia Olympus potrebbe essere il momento giusto anche se, a breve, si scopriranno le prossime carte. Attendo trepidante le prossime news perchè non so proprio cosa aspettarmi a questo giro.

Nel frattempo inganno il tempo lasciando un pò di bava sulle foto del nuovo spettacolare grandangolo m.zuiko 7-14 Pro 2,8, il 4° obiettivo di gamma professionale che, alla prova dei fatti, è eccezionale . Spero di poterne possedere uno quanto prima (ma i tempi di attesa sono titanici e il costo ... alla pari con le prestazioni).


Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.