// Craco + Aliano | Calanchi Lucani

Craco è una città fantasma, una ghost town. Sgombrata in seguito al crollo di gran parte del centro abitato non è più stata abitata dai primi anni 80. 
Nonostante le mode del momento di esplorare città abbandonate e ruderi disabitati, Craco è una mia vecchia conoscenza e una tappa obbligata delle mie ultime discese in terra natìa. 
Il mio primo ricordo che ho del posto risale ai primi anni 80 quando vi andai con i miei genitori. Da allora il posto ha esercitato un forte richiamo su di me, amplificato, negli ultimi anni, dalla voglia di fotografarlo. 
L'anno scorso non ero riuscito ad entrare all'interno del perimetro cittadino (essendo tutto pericolante è stato messo in sicurezza e fatto divieto di accesso, senza permesso adeguato) ma, questa volta, abbiamo fatto le cose per bene: abbiamo ritirato la nostra Craco-card versando il dovuto al comune e, grazie ad una guida comunale, abbiamo esplorato questo affascinante luogo.



Craco è famosa per due motivi: per l'essere completamente abbandonata e, quindi, un perfetto soggetto fotografico, ed inoltre per aver fatto da sfondo per diversi importanti set cinematografici, anche internazionali. (a tal proposito citerei il fatto che anche la super strada che corre nella valle è utilizzata spessissimo per realizzare inseguimenti di auto -007 Quantum of Solace - e spot di auto di un certo livello -Bmw, Porsche...).




A noi interessava solamente respirare quell'atmosfera da luogo incantato/maledetto immerso nella natura dell' entroterra lucano.
Craco si trova nella zona dei Calanchi della Basilicata, un terreno fortemente argilloso e soggetto a smottamenti. E' questo infatti il principale motivo del crollo del paese avvenuto qualche decennio fa.









La zona dei Calanchi, però, entra nel vivo proseguendo in direzione di Aliano, un piccolo paese una 30 di km più avanti (teatro dell'importante opera letterario di Carlo Levi - Cristo si è fermato ad Eboli). La particolarità del posto è quella di affacciare da entrambi i lati su uno dei calanchi. A noi è piaciuta invece particolarmente la popolazione: 99% di anziani a zonzo che hanno preso il nostro arrivo come l'evento dell'anno. 

Non ho tantissima voglia di scrivere altro, quindi lascerò parlare qualche immagine. Vi consiglio la lettura del libro citato.








Chi volesse spulciare più foto può visitare la mia pagina flickr 



Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.