// The Story So Far... pt.6

// The Olympus Era

La fine dell' era Canon fu segnata da una Canon stessa: la compatta G11. Gran macchina. Me ne procurai una nuovissima, ma usata, a molto poco e rimasi colpito da come qualcosa di così piccolo potesse tirar fuori file così validi. Ma non era sufficiente. Per il costo che aveva potevo avere di meglio, e così mi avvicinai al mondo delle mirrorless, Olympus in particolare. Acquistai la mia prima Pen.
Fu amore a prima vista. 



Quando vidi i colori e il file che venivano fuori da quell' oggettino che incorporava qualsiasi impostazione si potesse desiderare (compreso il controllo remoto dei flash!!!) non ebbi esitazioni. Nel giro di un mese avevo fatto permutare tutto, e dico TUTTO, il mio materiale Canon per passare ad Olympus come unico brand.
Con tutta la mole di materiale che detti dentro in permuta riuscii a farmi un corredo di tutto rispetto, e soprattutto di materiale nuovo. La roba Canon iniziava a perdere colpi e rimpiazzare i caduti con nuovi articoli era (ed oggi sarebbe stato ancora peggio) troppo dispendioso. 

La prima cosa che mi colpì del corredo Olympus fu la qualità delle lenti. Non c'era una lente che non mi piaceva. Gli zoom erano favolosi, una resa mai vista. In breve tempo la convinzione che solo i fissi fossero ottiche di qualità venne disintegrata.
Se me lo chiedete ancora oggi, le lenti Zuiko sono le prime della classe per me!

La seconda cosa fu il non calo di qualità delle mie foto. Nonostante qualche timore nel passare ad un sensore di dimensioni inferiori etc etc (in fondo avevo una 5D, mica noccioline) la qualità dei miei scatti mi parve addirittura aumentare. Il feeling era totale. 



Presi del pazzo e dell'incosciente da parecchi conoscenti ed amici che, ovviamente, non avevano mai preso in mano loro una delle macchine che mi ero procurato. Il sentito dire  una brutta bestia. Vi assicuro che se Olympus avesse continuato a produrre ottiche e reflex per 4/3 (cosa che non ha fatto) io sarei ancora un loro fedelissimo seguace.

Con la resa tonale perfetta e i colori bilanciati alla perfezione della E-3, la sensazione di fotografare in digitale ma ragionando in analogico era ancora più marcata. Al punto che per la prima volta da quando avevo preso la mia prima reflex provai, ed utilizzai spesso anche, l'impostazione Jpeg. 
Orrore e raccapriccio per molti, classica normalità per chi sa che jpeg produce una macchina Olympus.

// Aria di cambiamenti

Arriviamo adesso ad un momento molto molto importante della mia vita: il mio matrimonio. Evento questo che porterà una serie di cambiamenti radicali nella mia vita sotto tutti i punti di vista.
Ebbi modo di sperimentare l'elevatissima qualità e versatilità delle mie Pen (ah, si, ne presi una altra anche, ancora più "cool", la Ep-2) pochi giorni prima dell'evento quando andai a Roma a trovare mia sorella. Mi imposi di utilizzare solo la Pen, come prova generale per l'imminente viaggio di nozze in Giappone. Il risultato fu spettacolare e quindi decisi di fare il viaggio più bello della mia vita armato solo di una piccola macchina fotografica e due ottiche.



Fotografare con le Pen mi ha insegnato che la qualità non va sempre di pari passo con costi e dimensioni. Spesso, quasi sempre, è più utile avere le energie per guardare, per muoversi, per pensare che non per trasportare kili di materiale. Le foto realizzate in Giappone sono, sia per motivi personali che tecnici, tra le più belle che ho fatto, nella loro schietta quotidianità. La comodità di viaggiare leggero mi permetteva di prendere appunti di viaggio senza destare antipatie e con una qualità altissima.
Non ho mai, neanche per una volta rimpianto la reflex in quell'occasione.

Viaggiare, si sa, apre la mente. E gli "occhi". E' un pò come una droga, ne vorresti sempre di più. Ti apre lo stomaco della curiosità. Durante quel viaggio tante cose sono cambiate, io in primis. La consapevolezza di volere di più era ormai una certezza e le notizie che giunsero in breve dal fronte lavorativo non fecero altro che accelerare un processo interiore che ormai era inarrestabile.

Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.