// LR5

Non era un segreto che stesse per uscire; il rilascio della beta pubblica di un paio di mesi fa era fin troppo eloquente in tal senso.
Ma come chi? Ma Lightroom no? La 5a versione del famoso software di editing fotografico è pronta e in vendita da ieri.
Adobe ha, per fortuna, mantenuto la distribuzione classica per questo pacchetto software, non destinandole il solo utilizzo mediante "cloud" come avverrà per tutti gli altri software della famiglia CS (Creative Suite).
E quindi sarà possibile acquistare LR5 in edizione Full o Upgrade (a prezzi molto interessanti rispetto a molti concorrenti), scaricando la demo e acquistandone poi solo la licenza, o includendo il pacchetto in un abbonamento Cloud.


Quali sono le grandi novità rispetto al passato? in verità nulla di trascendentale, ma quelle poche che si cono probabilmente valgono abbondantemente il costo dell'upgrade per chi, come me, utilizza ampiamente il pacchetto precedente (giunto alla versione 4.4 tra aggiornamenti vari).


L'aspetto che ha subito maggior attenzione è sicuramente la funzione di rimozione elementi. L'algoritmo di timbro/clone è stato notevolmente potenziato ed adesso non ragiona più solamente per zone circolari, ma è possibile "pennellare" esattamente la forma dell'elemento che si vuole rimuovere. Se consideriamo che uno dei pochi validi motivi per utilizzare Photoshop era proprio questo, sarà una funzione che molti accoglieranno a braccia aperte.
Ovviamente ci sono novità un pò su tutti i fronti, per stare al passo con le evoluzioni del web, delle condivisioni, delle nuove fotocamere.
A tal proposito sarei proprio curioso di vedere se il supporto ai file della Sony è stato migliorato!!

Una nuova simpatica e apprezzabile novità è la possibilità di lavorare su delle anteprime (smart preview) e poi applicare le modifiche alla libreria vera e propria. Comodo per portarsi il lavoro sempre con se senza occupare tera di spazio e richiedere eccessive prestazioni di calcolo.
Anche il supporto video, introdotto con LR5 è stato potenziato, con l'aggiunta di un editor per presentazioni audio-video-foto (suppongo simile a quello che si può fare con Imovie di Apple).

Tra le novità una funzione "gradiente radiale" per illuminare radialmente la nostra immagine e generare una sorta di vignettatura sotto il nostro completo controllo. 
Completano il quadretto una più evoluta sezione per creare fotolibri (evvai!!!) tramite il servizio Blurb o creazione di PDF e il supporto, ovviamente, a tutte le ultime fotocamere e lenti rilasciate nell'ultimo periodo (correzione distorsione, vignettatura, etc etc).

Inutile dire che tutti i comparti di stampa, impaginazione, presentazione hanno subito leggere migliorie.
  
Come sempre è possibile provare al 100% il prodotto per 30gg scaricando la demo dal sito Adobe.com.

3 commenti:

  1. Però mancano ancora le correzioni delle lenti Fuji. C'è solo quella della x100.
    Non che me ne faccia un cruccio, però...
    Ad ogni modo le migliorie riportate sono ottime, soprattutto per quel clone per cui molti erano costretti ad aprire photoshop.

    RispondiElimina
  2. bhe si può sempre correggere manualmente. Appena ho un secondo voglio dare un occhio alla beta che avevo scaricato. Mi interessa molto la sezione libro, visto che quella attuale, per quanto valida ha ancora qualcosa che non mi piace. vi terrò informati.

    RispondiElimina
  3. Le nuove funzioni sono sicuramente molto interessanti, tuttavia devo ancora provarlo per capire se sono stati risolti i problemi di lentezza della versione 4.X, soprattutto nel rendering delle anteprime (problemi che invece non avevo con la versione 3.X).
    In caso contrario credo che passerò a Capture One (che al momento sto testando con direi discreta soddisfazione)

    RispondiElimina

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.