// Flickr. La rinascita.

Flickr e Picasa sono stati i primi due spazi di condivisione immagini che ho adoperato agli albori del mio cammino fotografico. La possibilità di condividere immagini, con tutta una serie di simpatiche possibilità annesse, con il mondo era una grande possibilità.
Facebook, poi, ha cannibalizzato tutto, accentrando tutto nei suoi profili, pagine e gruppi, o comunque quasi tutto (relegando agli altri social fotografici un ruolo secondario) diventando il posto di maggior condivisione di immagini (non a caso grossi investimenti sono stati fatti in questa ottica: acquisizione di Instagram, tecnologie di riconoscimento facciale etc etc).

La nuova versione di Flickr è personalizzabile. Ecco il mio nuovo header

Contemporaneamente su Flickr si è andato sviluppando un odioso sistema "commentami-che ti commento" e una gara per finire in "explore" (la meta ultima del fotografo amatore digitale!) che ha aveva poco a che fare con la fotografia vera e propria. Una gara infinita per avere più contatti e commenti possibili.
Se aggiungiamo a questo il fatto che il limite di 200 foto visibili poteva essere superato solo versando una quota annuale (mentre concorrenti di pari livello restavano gratuiti) è facile intuire che il gigante stava iniziando a perdere sonoramente colpi.

Ecco come appare la mia pagina adesso. Accattivante!!!

Personalmente avevo quasi smesso di utilizzare Flickr a favore di Ipernity, suo progenitore (identico in quanto ad interfaccia e funzioni), che non aveva limiti di foto e offriva le stesse potenzialità di condivisione, slideshow, etc etc.
Quello che Facebook non ha mai avuto, e probabilmente mai avrà, è la stessa, alta qualità di visualizzazione delle immagini di Flickr, in cui la compressione jpeg è veramente ridottissima. Un notevole numero di utenti ha continuato a pagare quote annuali per poter godere di questo e continuare ad usufruire del servizio (che, diciamocelo, è molto più tutelato di Facebook e altri Social Networks).

Tuttavia, evidentemente, non bastava ancora. Yahoo, proprietaria di Flickr, in questi giorni ha preso una decisione-bomba! Flickr sarà gratuito e offrirà uno spazio di 1 TB (1000 Gigabyte) ad utente!!!!
Non essendo un utente pagante non mi sono interessato molto della cosa, suppongo che costoro potranno godere di qualche vantaggio aggiuntivo.


In questi anni Flickr, man mano che si caricavano foto eccedenti le 200 stabilite dal piano-base, le archiviava senza renderle più visibili. Se si scorreva a ritroso il proprio album non si poteva procedere oltre la 200ima foto, e anche le foto nei vari album venivano man mano oscurate.
Da ieri, la magia!! Ecco ricomparire tutto lo storico delle foto caricate in anni ed anni. E' stato molto emozionante rivedere, cronologicamente i passi compiuti, i progressi fatti, le storie raccontante.
Non che mi fossi dimenticato delle foto fatte, ma rivederle così, come un film, mi ha fatto l'effetto di una full immersion nei ricordi, un bagno di emozioni. Il che mi ha riportato alla mente il motivo principale per cui la fotografia è diventata grande: la memoria dell'uomo, di quel che siamo, di cosa facciamo.


Riprenderò ad usare Flickr in maniera più continuativa, adesso, e non solo come contenitore momentaneo per stoccaggio immagini e condivisione di URL. Il servizio è tornato ai fasti di un tempo con una veste grafica ammodernata e accattivante.
Flickr è rinato, e con lui, in molti, la voglia di tornare a fare belle foto.

2 commenti:

  1. Grazie per la segnalazione! Sono un paio d'anni che non uso più flickr e sono passato a 500px ma ora vale la pena dargli una seconda occasione

    RispondiElimina
  2. Eh, infatti ho visto che sei rispuntato :)
    Anche a me piace la rivisitazione grafica effettuata.

    RispondiElimina

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.