// Light's Magic

Quando si iniziano a far propri i primi concetti fondamentali della fotografia ci si sente ripetere alla nausea che la luce è tutto, che la luce è La Fotografia.
Bhe, se ci fosse ancora bisogno di una dimostrazione, eccovi qualche esempio pratico.

Un luogo noto, visitato spesso e fotografato anche di più; si è mostrato in tutto  il suo splendore, il suo fascino nascosto, e la sua "magia", semplicemente grazie alla luce giusta.
La nebbia si era diradata, ma aleggiava ancora nell'aria, lasciando spazio ad un sole che ha illuminato Gallarate per tutta la mattina stagliandosi su un azzurro cielo invernale. I vapori della neve che si scioglieva, unitamente agli splendidi giochi di luce formatisi tra nuvole e rami, hanno creato uno spettacolo incredibile.


Inizialmente, tuttavia, non mi ero reso conto della situazione. Ero pronto a fare una passeggiata al parco per fotografare, al massimo, i bellissimi scoiattoli che lo abitano.
Avevo sì notato la presenza di una luce moto bella e calda, ma i forti contrasti tra zone in luce e quelle in ombre rendevano difficoltosa una esposizione interessante con il risultato di foto o troppo bruciate o troppo scure lì dove serviva dettaglio.



E' stato proprio in questo frangente di indecisione sul da farsi che ho capito. Ho visto un dettaglio di un ramo in controluce, con qualche fogliolina gialla perfettamente "sagomata" da un alone di luce ed in quel preciso istante ho capito che stavo "guardando" male. Non stavo vedendo nella dimensione giusta. Dovevo cercare il dettaglio, per raccontare l'atmosfera del tutto.

Ed ecco che montato il fido 50-200 (100-400 eq.) ho iniziato a "cercare" (e trovare) una luce magica che avvolgeva ogni dettaglio, ogni scorcio, e raccontare lo spettacolo che si parava ad ogni passo.

Il parco sembrava un bosco incantato pregno di un atmosfera onirica, quasi senza tempo. 


Nel momento stesso in cui ho capito la luce ho iniziato a fare questa serie di foto che ho intitolato Light's magic (la magia della luce) e che credo basti a concretizzare il concetto di "scrittura con la luce".
La sensazione era quella di essere lì, ma contemporaneamente di star vivendo un posto diverso da quello che la mia memoria mi suggeriva. Era quasi una dimensione alternativa, un posto-nonposto, che conoscevo (in parte) ma si lasciava scoprire diversamente .

La luce è la materia prima della fotografia e oggi ho avuto modo ti rispolverare questa importante lezione. Non c'è ISO, Full Frame, o corpo macchina che possa fare qualcosa di magico come sa fare un raggio di luce al posto giusto nel momento giusto; nostra è solo la capacità di saper vedere e cogliere tutto ciò e mostrarlo agli altri.






Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.