// Olympus: novità in arrivo finalmente ?

Come è noto sono un utilizzatore, molto soddisfatto, del sistema E-system di Olympus, ovvero il primo ed unico sistema reflex nato interamente in era digitale e sviluppato secondo nuovi schemi ottici.
Bistrattato dai più per via delle dimensioni del sensore, inferiori rispetto alla concorrenza, questo standard, abbracciato anche da altri produttori entrati nel consorzio 4/3 sta subendo una fase di stallo a favore del più recente e fruttuoso micro4/3.

Il grosso ed annoso problema che molti utilizzatori stanno vivendo è la mancanza di vere e proprie news riguardo una evoluzione del sistema. Se è vero che attualmente con le ottiche Pro e Top Pro sono coperti i principali campi di applicazione e che la E-5, unico corpo E-system attualmente in produzione e commercio nel mercato del nuovo, è una eccellente macchina fotografica, è anche vero che guardando un pò a lungo termine il futuro sembra incerto, soprattutto per chi ha investito cifre considerevoli in questo sistema.

fonte: 4/3 Rumors



Il palliativo dell'adattatore sui corpi m4/3 anche più evoluti, come abbiamo già avuto modi di vedere non è sufficiente  e gli stessi corpi Pen e OM-D, per quanto eccellenti in qualità di immagine non soddisfano prestazioni professionali avanzate.
Si aspettava un segnale chiaro da parte di Olympus in tal senso e oggi, è arrivata una notizia (non ufficiale) che vede la casa giapponese aver brevettato un adattatore 4/3 - m4/3 con autofocus integrato e stabilizzatore ottico.
Sebbene voce non confermata è una notizia che non stupisce, ma rincuora, almeno il sottoscritto.

Recentemente Sony, che già produce un accessorio simile per le proprie Nex, ha effettuato una operazione finanziaria per acquisire quote di Olympus e si vociferavano collaborazioni sul versante fotografico. Questo potrebbe primo un primo passo in tal senso.

Tale adattatore per metterebbe un utilizzo al 100% delle ottiche su corpi micro 4/3 sfruttando al 100% le potenzialità della messa a fuoco automatica. Inoltre garantirebbe la compatibilità e la stabilizzazione ottica anche con sistemi non Olympus, come ad esempio la ottima Panasonic GH3.

Sono sicuro che a questo punto la tanto chiacchierata "macchina ibrida" in grado di utilizzare ottiche Micro e non diventi fattibilissima, con somma gioia di chi ha investito ed investirà in questo sistema, che ad oggi rimane imbattuto per qualità dei colori, resa degli incarnati e trasportabilità.

Non è escluso che in futuro venga prodotta una macchina ibrida di serie (anzi a questo punto sarebbe sciocco non farlo), ma già un adattatore di questo tipo che permetta un utilizzo al 100% di una OMD (con vertical grip ovviamente) sarebbe una manna dal cielo.

Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.