// Scegliere il corredo e l'attrezzatura - pt 1


Qualche post indietro avevo posto l'attenzione sul discorso dei megapixel e sulla loro presunta utilità ai fini della qualità.
Ho deciso di ampliare il discorso includendo altri tipi di fattori spesso sopravvalutati e altrettanto spesso sottovalutati. Per comodità troverete il tutto raccolto sotto il "tag" attrezzature.

Lavorando nel campo della vendita al dettaglio, oltre che come fotografo, mi capita tutti i giorni di scontrarmi con i luoghi comuni e le le più radicate convinzioni dei vari clienti dovute a marketing spietati, consigli di pseudo esperti a loro volta vittime di marketing spietato, "animali da forum", "amici che ne sanno" etc etc.

Mai come in questo momento la scelta di prodotti, marchi e tecnologie, per chi si vuole avvicinare in maniera più razionale e tecnica alla fotografia è stata così ampia. Se da un lato tutto questo si traduce in ottime possibilità di poter accedere a tecnologie moderne e a basso costo, da un altro lato significa grande confusione in chi non sa che pesci prendere.


l' Esigenza
Quando si va a comprare una nuova autovettura generalmente la prima considerazione che si fa è: per cosa mi serve? Casa-lavoro? Lunghi viaggi? Grande portata di carico? Capienza passeggeri? Una volta ristretta la scelta si procede poi all'identificazione della marca e del modello più consono alle nostre esigenze, anche dal punto di vista del prezzo, garanzia, etc etc.
Per la fotografia il ragionamento dovrebbe essere il medesimo. Cosa voglio fotografare? Dove voglio Fotografare? Quando voglio fotografare? Perchè voglio fotografare?

Sono tutte domande che dovrebbero aiutare a identificare con una certa sicurezza la propria macchina fotografica, e ancor di più le sue successive evoluzioni, basandosi su considerazioni relative a peso, dimensioni, robustezza, trasportabilità, corredo ottiche disponibile, velocità operativa, silenziosità, etc etc.
Il marketing dei produttori serve solo a far vendere i loro prodotti, non risponde a reali esigenze della clientela. Il Marketing inventa le esigenze e poi le trasferisce alle persone. Gli unici che possono stabilire le proprie esigenze sono i clienti stessi.

La velocità e l'evoluzione del mercato, tra l'altro hanno innescato un mercato dell'usato in costante crescita. Tratteremo più avanti anche questo tipo di argomentazioni.

il Budget
Stabilita l'esigenza c'è un secondo fattore da tenere a mente ossia il budget a disposizione. Inutile girarci intorno, la qualità si paga, e anche cara. Quello su cui possiamo, anzi, è OBBLIGATORIO, ragionare è come dividere il budget a disposizione. 
Generalmente la prima cosa che viene in mente è investire tutto sul corpo macchina, relegando al futuro spese successive. può essere un approccio corretto ma solamente se si ha bene in mente cosa si vuol fare e il budget iniziale non è sufficiente. Gli obiettivi in dotazione alle macchine fotografiche raramente mostrano cosa il nostro attrezzo è in grado di fare, sotto-sfruttandolo. Una EOS 600D (una a caso) con il 18-55mm standard Canon (uno dei peggiori) lavorerà forse al 30% delle sue possibilità in termini di resa cromatica, definizione etc etc. Una macchina ben inferiore sulla carta, come può essere la EOS 1000 per esempio ma abbinata ad una ottica di qualità regala foto nettamente migliori. 

Il mondo della fotografia che gravita attorno agli apparecchi ad ottiche intercambiabili è legato più al corredo di lenti che alla macchina stessa. Il consiglio spassionato che vi do è: se dovete spendere, investite nel corredo ottico maggiormente. gli obiettivi sono oggetti che mantengono il valore negli anni, non vanno mai fuori moda e non si svalutano come le macchine fotografiche che ormai hanno un ciclo di vita di un anno o poco più (per i modelli economici) e comunque non oltre i 3-4 per i modelli professionali in genere.


Cosa scelgo.
Marketing a parte, una prova fondamentale che in genere faccio fare ai clienti è quella di impugnare la macchina fotografica e "sentirla" in mano. E' comoda? E' troppo pesante? La mano la tiene bene? Le dita sono in una posizione naturale? Può sembrare banale, ma se una cosa ce la sentiamo scomoda difficilmente riusciremo ad usarla al meglio.

Anche se ormai la scelta di un prodotto sembra relegata ai soliti due marchi noti, non bisogna dimenticare tutto il resto dell'offerta, che spesso regala inaspettate sorprese. marchi come Pentax, Olympus, Fujifilm, Sony (ex Minolta) offrono corredi e soluzioni moderne e spesso rispondono ad esigenze ben definite a minor prezzo, a patto di essere pronti ad entrare in una nicchia di mercato.

(continua)

Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.