// The New G

E ci risiamo. E' il momento di presentare la nuova piccola di casa. Per chi segue anche la pagina Facebook non è una novità che da qualche tempo c'è movimento in testa per quanto riguarda l'acquisto di qualcosa di piccolo e confortevole, versatile e pratico.


Esteticamente sembra la Leica R


Nel giro dell'ultima settimana si sono rincorse idee, contrattazioni, possibilità di scambi etc su svariati prodotti. Erano in ballo Nex3 usata, Nex 5r nuova, Nex7 usata, OMD usata, Samsung Nx20 usata. O per il prezzo o per qualche caratteristica mancante, nessuna di queste però aveva accceso definitivamente la lampadina. Per un momento si era palesata anche la possibilità di prendere una A3000; possibilità che si è subito spenta dopo un secondo rapido test del prodotto.

Sembrava che dovessi orientarmi definitivamente su una Nex5r (gran macchina, ma senza mirino: me lo sentivo che finiva come la NX1000) e poi l' illuminazione: raccattata un pò di roba inutilizzata accumulata nel corso dei mesi (praticamente il primo corredino low cost preso per la A900 che ha lasciato spazio alle lenti più buone) e una macchina muletto, ho fatto la permuta. 
Non sono mai stato così vicino in vita mia a prendere la tanto amata OMD ma, alla fine, ho desistito. La differenza che avrei dovuto pagare per prenderne una nuova semi-nuova era troppa e, alla fine, non era neanche immacolata. Non volevo aggiungerci neanche un euro di differenza. La scelta era diventata quindi Panasonic G5 doppio kit o la nuovissima G6. 
Come dite, non c'erano nella lista di prima? Avete ragione, non le avevo neanche considerate. Una rapida occhiata ai due prodotti e la decisione è stata abbastanza lampante (se lampante significa stare lì mezz'ora a fare comparazioni, lo è stata): G6. Nonostante la perdita del secondo obiettivo, la qualità del mirino, la miglior performance dell' Af e il fatto che fosse una macchina appena uscita sul mercato mi hanno fatto propendere per l'ultimo modello. 
In genere sono sempre poco propenso alle ultime novità ma, visto che serviva anche un ottimo strumento per fare dei video, la G6 è stata la scelta finale, nella finitura nera.

Come ricorderete avevo già avuto a che fare con Panasonic un paio di annetti fa, quando presi per prova una bella GH2. Al tempo avevo parecchie ottiche m4/3 da poter utilizzare (purtroppo non stabilizzate, cosa che in parte contribuì a farmi preferire le Olympus assieme alla resa dei colori) mentre al momento mi devo accontentare dell' ottica kit. Da allora di tempo ne è passato e con esso anche alcune esigenze: per quanto riguarda lo stabilizzatore per fare video è sicuramente preferibile quello nella lente, mentre per quanto riguarda i colori Sony è stata una ottima scuola visto che come abbiamo più volte detto la gestione dei raw da parte di Lightroom ne altera un pò la dominante rossa: insomma, non me ne faccio più un grosso problema de devo eliminare in batch una qualche dominante (tra l'altro ho scoperto con mio rammarico che il Raw della G6 è gestito solo da LR5, quindi la migrazione tanto rimandata è imminente).

Il resto delle caratteristiche era perfetto. EVF integrato si superba qualità, display orientabile in alta definizione, AF velocissimo, il focus peacking (irrinunciabile per me ormai) e, soprattutto, un aspetto tale da non farla sembrare troppo professionale e molto simile ad una bridge da fotografo della domenica.
L'ottica compresa è il classico "28 - 80" equivalente stabilizzato, ottica tuttofare che non ho mai avuto il piacere di provare nella versione Lumix e che per un pò sarà l'unico compagno della nuova arrivata. L'idea è quella di prendere qualche ottica vintage e un altro paio di m4/3 (sarà difficile che torni in pompa magna in questo formato, ma mai dire mai).

Stamattina vado a scattare le prime foto, e vediamo un pò come va :) 
Nei prossimi giorni vi racconterò qualcosa di più ;)

5 commenti:

  1. ottimo acquisto: il sensore non è l'ultimo ritrovato della tecnologia (è ancora quello della gh2 che ben conosci, anche se leggermente migliorato) ma ciò che gli sta attorno è di prim'ordine... :)

    RispondiElimina
  2. ciao Marco, è sempre bello trovarti sulle mie pagine. Il sensore è veramente notevole, e così, a naso mi pare abbia colori molto migliori rispetto alla GH2. Mi piace veramente tanto sta macchina, credi di aver proprio centrato l'acquisto. Mi fa davvero strano che non abbia la preview nel live view (mha... valli a capire sti progettisti), una delle feature più fighe delle macchine Sony, ma a parte questo (non è certo un grosso problema) è veramente una macchina ben bilanciata e il 14-42 mi ha stupito.

    RispondiElimina
  3. grazie Ugo :)
    In effetti la G6 è proprio una bella macchinina... l'unico neo è la non tropicalizzazione secondo me, ma si vive felici anche senza ;)
    Se mi prenderò la A7 (come ho in mente di fare da qualche settimana) credo che venderò la seppur ottima EM-5 che tante soddisfazioni mi ha regalato e come macchina da tutti i giorni passerò proprio alla G6, magari usata :)
    mah vedremo... per ora felice di sapere ti sia piaciuta

    RispondiElimina
  4. bella la A7 però anche la... vediamo sul discorso ottiche che succede. La tropicalizzazione... oddio, non ci ho neanche pensato quando ho scelto questa, è un parametro che mi interessa davvero relativamente. Ho la A77 che è bella resistente, se c'è da usarla in condizioni avverse è lei la prescelta. Mi sta molto "garbando", per dirlo alla toscana, l'ottica kit. ho fatto un paio di ritratti a mio figlio oggi e ... wow.

    P.s. Marco, se capiti da questa parti organizziamo una uscita con anche Gianlu :D :D

    RispondiElimina
  5. grazie mille!
    e più che volentieri se passo dalle tue parti ti contatto... almeno ci conosciamo anche personalmente e non solo virtualmente ;) ;)

    RispondiElimina

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.