// Rumors, rumors & rumors....

Il momento dei grandi annunci fotografici è fine setttembre-ottobre, periodo in cui il mercato si prepara per le vendite di fine anno ma, come il manuale del buon commerciante insegna, bisogna iniziare a seminare curiosità da ben prima.
Ed ecco che in questo caldo inizio di estate (maledizione, arriva il gran caldo, lo avevamo schivato fin ora!) iniziando a far capolino le prime voci di corridoio più o meno sicure.




Non vi tedierò con cose inutili, parliamo solo di Sony e citiamo solo brevemente Olympus (un pò come si fa con una ex, quando nei primi tempi dopo la separazione la si tiene d'occhio) che ancora non ha mostrato assolutamente nulla riguardo il sistema 4/3 ormai dato per morto e sepolto anche dai più puri sostenitori.

Sony combatte su più fronti e le notizie che arrivano sono incoraggianti da ogni parte. 
E' quasi certezza ormai l'arrivo in tempi brevi di una Nex Full Frame. D'altronde l'esperimento Rx1 è andato benissimo. c'è mercato per questo tipo di oggetti.

Sul sensore si sa poco, ma pare che Sony abbia in cantiere tre tagli per la prossima generazione di sensori a pieno formato. Uno, ancora, da 24, uno da 32 e uno da 36 megapizze! Suppongo che il primo sarà dedicato ai full frame nex e secondi per la famiglia A mount fascia media e alta.

Si vocifera da tempo di una simil Eos 1c dedicata al video professionale da parte di Sony. Vedremo.

La famiglia SLT dovrebbe finire con la A58 (cui ancora non ho dedicato molto spazio a dir la verità per lo scarso utilizzo fattone) per lasciar il posto a una nuova generazione di macchine prive del tutto di specchio. Delle mirrorless al 100% ma delle dimensioni di una reflex, con attacco A nativo. Quello che ci si aspettava dal naturale processo evolutivo di sensori e EVF insomma. La prima della nuova stirpe potrebbe essere proprio la nuova A77 la cui uscita è stata rimandata ad inizio anno, come anche quella della nuova Nex7.

L'obiettivo dichiarato è quello di andare a scontrarsi più direttamente con gli avversari avvalendosi di tecnologie ormai mature seppur alternative. Sony vuole prendere fette più consistenti di mercato. 
E se devo essere sincero, se lo merita. 


(images via photorumors)


Perla del giorno, l'annuncio ormai certo di Hasselblad di realizzare un clone della Rx100 (compatta di lusso da 600€) nello stile Lunar, con intarsi di legno e megalomanie varie che portano il prezzo di questo oggetto per malati di mente a circa 1600€. Se vivete per il marchio Hasselblad (e quindi siete parenti di Paperone) potrebbe anche interessarvi... altrimenti date pure del demente a chi ha avuto questa brillante idea. In ogni caso, il sodalizio Hasselblad-Sony continua. Un nome così altisonante, dopo Zeiss, fa bene al marchio soprattutto nei confronti dello zoccolo duro di sostenitori dei marchi classici della fotografia che vedono di cattivo occhio Sony, Samsung, Panasonic e tutti i marchi di elettronica che sono entrati prepotentemente nel mercato fotografico.

3 commenti:

  1. Io sono molto curioso sul fronte Nex FF... sui costi, ma soprattutto del roadmap di obiettivi, che spero di valore e con prezzi non proibitivi. Sogno? Mmmh... è probabile :S

    RispondiElimina
  2. in realtà la Vg900 dovrebbe già esistere, camcorder full frame. quindi qualcosa già hanno fatto. per i costi... bhe la Rx1 che è un capolavoro costa parecchio, quindi non credo costeranno poco. c'è da dire che ci sono un sacco di bei vetri minolta in giro a poco... come sto felicemente sperimentando. In ogni caso penso che come per le reflex faranno una linea "economy" (tipo l'ottimo 85mm f2,8... uno dei migliori pezzi di plastica mai prodotti in assoluto). direi che sarà interessante vedere, anche se onestamente, il formato APS non mi dispiace affatto più.

    RispondiElimina
  3. Guarda... se tirano il prezzo troppo alto rimango con la mia bella Nex 7, che sono già contentissimo così :)

    RispondiElimina

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.