Lightroom 4 vs Aperture 3

Dopo tanti anni che utilizzi un software per gestione e archiviazione e editing di fotografia te lo senti un pò come tuo: entra nel tuo flusso di lavoro, lo integrato con il tuo metodo. Cambiare, è un trauma, infatti, ma a volte si rende necessario.


Da quanto utilizzo un sistema Mac ho iniziato ad utilizzare Aperture. In realtà il mio primo approccio con  l'editing è stato con Adobe Lightroom, prima 1,0  e poi 2.0 su piattaforma Windows.


I vantaggi, indiscutibili, del software Apple sono da ricercarsi sicuramente nella completa gestione del file Raw, nella possibilità di archiviazione e ricerca dei file e nella ramificata e completa gestione delle condizioni verso social network e profili vari, il tutto integrato con altri sistemi Apple. Notevole, e comodo.


Come spesso accade, però, lasciando una strada e imboccandone una nuova, ci si dimentica di alcune piccolezze e ci si convince che se ne può fare a meno. Finché non ci sbatti contro e torni alla realtà.


Apple non aggiorna Apertura da diversi anni ormai, e si sa, le esigenze, soprattutto nel campo dell'immagine digitale sono sempre in evoluzione.
Alla ricerca di un degno erede che potesse prenderne il posto mi sono imbattuto in After Shot Pro (che continuo a ritenere una perla ai porci...) e ovviamente il nuovo Lightroom che ha vinto la sfida a mani basse, tornando ad essere il software di riferimento.


Uno strumento software di questo tipo deve avere un unico e semplice fine. Sicuramente deve aiutare a gestire grosse quantità di immagini, ma soprattutto permettere di correggere velocemente e offrire servizi potenti e flessibili per migliorare o già ottime immagini, o "salvare" immagini importanti che per qualche motivo non è stato possibile ottimizzare in fase di scatto.


I due punti a favore di Lightroom 4 rispetto alla concorrenza sono la enorme possibilità di correzione e regolazione di Luci/Esposizione (estremamente più ampia di Aperture) e la bontà della correzione rumore digitale, che è sbalorditiva!
non avete l'ultima full frame di turno da 4000€? Tranquilli, con il controllo del disturbo di Lightroom 4 otterrete splendidi file ugualmente.

Ho provato per curiosità a elaborare un file già sistemato con Aperture e il risultato è stato sorprendente, considerando che il file di partenza non era neanche in RAW. 
Dove Aperture mantiene più immediatezza è sui ritocchi localizzati con i pennelli, molto più semplici ga gestire dei pennelli di LR. Ma a questo ci si può fare l'abitudine, alla qualità del filtro rumore no :)
Senza contare i numerosissimi plug in aggiuntivi che si possono utilizzare sulla piattaforma Adobe, strumenti di correzione della distorsione, etc etc.

L'unica vera difficoltà pare che la troverò nel dover gestire l'archivio, ma un modo troverò!!
Benvenuto Lightroom 4


Lightroom 4 
pro:  ottima gestione rumore - regolazioni avanzate e potenti - poco impegnativo a livello hardware
contro: archivio difficoltoso - pennelli complessi

Aperture 3
pro: ottima funzione archivio/ricerca - correzioni selettive semplici -integrazione con sistema Apple
contro: scarsa gestione jpeg - regolazioni esposizione limitate - poco potente - pesante a livello hardware

Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.