// Dunque... le new entry

Dunque, abbiamo un pò di cose di cui parlare. Negli ultimi giorni si sono mosse diverse cose e mi sembra doveroso tenere aggiornati i miei assidui frequentatori.
Innanzi tutto, come avrete notato, sono comparsi dei piccoli banner pubblicitari. So che sono un pò fastidiosi, ma il blog inizia a fare un discreto numero di accessi e se quindi inizia a generare un minimo di profitto direi che la cosa non può che far piacere. Se vi scappa qualche click su questi banner, non mi lamenterò.


A77 + Minolta 80-200 APO HS @ f/2,8 



Detto questo, abbiamo due argomenti da approfondire. La Samsung Nx e il nuovo bambinone bianco (ultimamente il bianco è di moda da queste parti).
La scelta di utilizzare Sony come sistema definitivo ha portato sicuramente uno svecchiamento tecnologico della mia attrezzatura, ma anche imposto un rapido rifacimento del corredo stesso. L' a77 era nata con un ottimo 16-50 f2,8 a cui ho poi subito affiancato un fisso economico ma buono (il 35mm f 1,8) e un tele di ottima qualità ma non troppo luminoso, il Tamron 70-300 USD (che è favoloso!!).
Con l'arrivo della A900 si è reso necessario completare il corredo e aggiungere qualità, tuttavia contenendo i costi inizialmente, e quindi ho optato per un fisso di pregio ma economico (Minolta 50mm f 1,7) uno zoom standard flessibile (Minolta 24-105 D 3,5-4,5).
Il 50mm mi è utile anche sulla A77 come ottica più vicina al 80mm (virtualmente) e quindi fa buona coppia con il 35.
Il prossimo target è un 28-70 2,8 Minolta o qualcosa di simile, ma per ora siamo a posto così. Quello che davvero mancava, anzi è sempre mancato da quando fotografo, è un "bestione", un "biancone"... chiamatelo come vi pare: intendo il 70-200 2,8, il nirvana di ogni fotografo.
Nel sistema Olympus ho utilizzato per diversi anni il 50-200 2,8-3,5 che è una lente splendida, ma splendida davvero. Il fattore di crop 2x però lo rendeva molto simile ad un 100-400 e poichè anche la pdc risente di questo fenomeno, non era paragonabile allo sfuocato di un vero f/2,8.
Anche quando utilizzavo Canon, il massimo che mi ero permesso era un super  70-200 f/4 (una delle ottiche più belle che abbia mai avuto): era bianco, ma non biancone (bianchetto !!!).
Insomma, era il momento di fare il grande passo, di prendere l'arma definitiva per il ritratto e reportage e così è stato. Ho passato diverse settimane a vagliare, studiare, sondare, cercare offerte e alla fine avevo ridotto la scelta a due opzioni:

- Sony 70-200 f/2,8 SSM
- Minolta 80-200 f/2,8 APO HS

Tamron e Sigma vari per quanto buoni mi avrebbero lasciato per sempre con l'amaro in bocca, con quella sensazione di "potevo prendere qualcosa di ancora meglio". Volevo un vero rasoio a tutta apertura, qualcosa che davvero desse qualità in ogni situazione.
E da questo punto di vista il Sony pare essere un pò sotto il suo anziano parente. Considerando anche il costo non indifferente che li separava nel mercato dell'usato (circa 500€) la decisione è stata presa!

Le prime impressioni sono devastante. Non ho mai avuto una lente così PRO. A tutta apertura la qualità di immagine mi ha lasciato sbalordito, non solo per la nitidezza. I famosi "colori Minolta" esistono davvero, e finalmente ho compreso perchè in tanti si disperarono, e poi gioirono, quando Minolta chiuse e subentrò Sony: sono delle ottiche meravigliose che non perdono colpi neanche su sensori odierni (è una lente del 1993 questa!!!).

Della seconda "entry" ne abbiamo già parlato un pò, non mi dilungherò molto in questa sede. La Samsung NX 1000 sta confermando le buone impressioni iniziali confermandosi come affare dell'anno in corso.

1 commento:

  1. Niente da dire... i bianconi hann tutto il loro fascino... Nikon non l'ha ancora capito, ahaaha....

    RispondiElimina

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.